Cerca

Adesso tocca ai clienti

Baby squillo dei Parioli, il marito della Mussolini verso il rinvio a giudizio

Mauro Floriani e Alessandra Mussolini

Per la procura di Roma sul caso Parioli c’è un prossimo obiettivo: la richiesta di rinvio a giudizio per gli oltre 60 clienti che hanno avuto incontri a pagamento con le due minorenni. Nell’ufficio del pubblico ministero è infatti prevalsa la convinzione di non accogliere le proposte di patteggiamento presentate da una parte di coloro che sono rimasti indagati nella seconda parte dell’inchiesta dopo l’identificazione. Tra questi anche Mauro Floriani, marito di Alessandra Mussolini, che, sapendo che il suo numero poteva essere finito nelle intercettazioni, si era spontaneamente recato dai carabinieri ammettendo di aver avuto rapporti sessuali a pagamento con le due ragazzine, pensando che "fossero maggiorenni". I magistrati invece sostengono fosse "impossibile non accorgersi dell'età delle baby prostitute".

Il secondo filone dell'inchiesta - Anche questa parte dell’indagine è affidata al procuratore aggiunto Maria Monteleone e al pm Cristiana Matiussi, soddisfatte dalla sentenza pronunciata ieri dal Gup Costantino De Robbio che ha portato ha portato alle condanne dei primi otto imputati, tutti giudicati con rito abbreviato. Tra loro anche il promotore del giro di prostituzione, Mirko Ieni, condannato a 10 anni di carcere, e la madre di una delle minorenni, che oltre a scontare una reclusione di 6 anni dovrà risarcire la figlia in sede civile. Alla donna, inoltre, è stata revocata la potestà genitoriale. Entro l’estate verrà completato l’esame della posizione dei clienti e la procura sarà in grado di presentare al Gup le sue richieste. Due clienti con la sentenza di ieri sono stati condannati a un anno di reclusione con sospensione condizionale della pena. Una situazione che potrebbe ripetersi anche nei processi a venire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    10 Luglio 2014 - 18:06

    Che squallore !

    Report

    Rispondi

  • Rosy Crisp

    Rosy Crisp

    04 Luglio 2014 - 20:08

    Per me lui Mauro Floriani, pena più severa di tutti. Un "uomo" privilegiato, già ex ufficiale della Guardia di Finanza, da vent'anni passato ai vertici delle Ferrovie dello Stato. Senza dimenticare che Floriani passò da capitano della Finanza a manager, venendo assunto dalla stessa persona su cui stava indagando e con una moglie in politica, ma cosa più grave; che lui stesso ha due figlie femmine

    Report

    Rispondi

    • antari

      08 Luglio 2014 - 14:02

      Il giorno in cui le figlie di Floriani avranno 15 anni, mi piacerebbe andar dal padre e dirgli che, a mio insindacabile parere, ne dimostrano 19. Chissa' se mi credera'?

      Report

      Rispondi

  • francescog.rispoli

    04 Luglio 2014 - 12:12

    non mi fa impressione, nulla in italia, si sono mangiati tutti e si sono inculati, scusate il termine il popolo bue

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    03 Luglio 2014 - 22:10

    Per cortesia, d'accordo che la magistratura fa schifo, ma trovare certe assoluzioni così meschine ..... o mi viene il dubbio che per difenderti da eventuali cazzate dai la colpa agli altri. Sveglia .... d'accordo che gli uomini son coglioni difronte a certe scene ma non accorgersi che possono avere un'età minore dei tuoi figli .... è troppo.

    Report

    Rispondi

    • antari

      03 Luglio 2014 - 22:10

      e' troppo, ma quella e' gente senza onore: cosa ci perde a rendersi ridicola, quando ormai sappiamo che pagava soldoni pur di avere una 15enne? Nulla, quindi se la tenta! E se fosse stata 13enne, avrebbero detto che avevano confuso la 13enne con una 19enne.

      Report

      Rispondi

      • blues188

        04 Luglio 2014 - 11:11

        antari, cura la tua impotenza. Non è mai toppo tardi. Poi fai una cosa santa e bella: smetti di dire le tue scempiaggini.

        Report

        Rispondi

Mostra più commenti

blog