Cerca

I cattivi maestri sono tornati

Nuove Br, il delirio radiofonico dell'ideologo: "Quanto è bella la lotta armata"

Nuove Br, il delirio radiofonico dell'ideologo: "Quanto è bella la lotta armata"

"Per Torino si aggira un fantasma. Quello della lotta di classe, possibilmente armata. Ha il volto baffuto di un 'militante rivoluzionario' che per sette anni è rimasto chiuso nel carcere di Catanzaro con l'accusa di essere stato l'ideologo del Partito comunista politico militare, il Pcp-m. Le Digos di Milano, Torino e Padova nel 2007, coordinate dalla procura di Milano, smantellarono l'organizzazione che aveva l'ambizione di prendere il testimone della cosiddetta Seconda posizione delle Brigate rosse, dopo la sconfitta del Partito comunista combattente resuscitato da Nadia Desdemona Lioce e compagni", spiega Giacomo Amadori su Libero in edicola sabato 12 luglio. E l'ideologo riconosciuto di queste nuove Br è Alfredo Davanzo, condannato in appello a 9 anni (nel giorno della condanna, dalla gabbia del tribunale, in nome della "giustizia proletaria" minacciò di morte Pietro Ichino). Dopo 7 anni e 3 mesi, per buona condotta, Davanzo torna in libertà. E parla in radio. Lo fa a Radio Blackout, l'emittente degli antagonisti di Torino, dove si lancia in un vero e proprio delirio in cui spiega "quanto è bella la lotta armata". Dalle frequenze degli antagonisti, Davanzo spiega il suo programma, e afferma: "I terroristi rossi hanno fatto solo 130 morti. Appartengono alla storia gloriosa del proletariato". Nel video che segue, l'intero intervento radiofonico di Davanzo.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    13 Luglio 2014 - 13:01

    L'ideologo sarà pure alfredo davanzo, ma dietro a questo criminale temo che ve ne siano ancora molti che condividono il suo delirante pensiero. Come definire tutti costoro che si dilettano dell'apologia di un movimento sovversivo che scritto la pagina più sanguinaria di questa Repubblica?

    Report

    Rispondi

  • geisser

    13 Luglio 2014 - 11:11

    Ma perchè questo non lo si giudica per ciò che dice . Esiste anche se non se si chiama unalegge per cui non puoi fare l'elogio di atti terroristici in particolare sui media . La magistraura cosa aspetta ?

    Report

    Rispondi

  • arwen

    12 Luglio 2014 - 12:12

    Isoltiti beceri di dx...Questi non sono delinquenti e assassini,,,sono solo dei compani che hanno sbagliato! Ci vuole un po' di comprensione no!?!

    Report

    Rispondi

  • alvit

    12 Luglio 2014 - 12:12

    bene, bravo, 7 più. Come può essere che questa fetecchia di komunista sia libero di diffondere l'assassinio politico. E' proprio vero che i komunisti non cambieranno mai. Le cellule dormienti le hanno chiuse nei cassetti e all'occorenza le fanno risorgere. In tutti i paesi del mondo dovrebbero mettere all'indice l'ideologia komunista, come fecero con quella fascista. Di morti ne hanno fatti troppi

    Report

    Rispondi

blog