Cerca

La svolta

Yara, trovate altre tracce di dna sui leggins della ragazza

Yara, trovate altre tracce di dna sui leggins della ragazza

Un altro indizio potrebbe incastrare Massimo Bossetti. Le tracce di dna presenti sugli slip di Yara Gambirasio, rappresentano il principale indizio per gli inquirenti. Ma a quanto pare non si tratta delle uniche. Gli esperti della polizia scientifica di Roma sono ancora al lavoro sul dna trovato sui leggins di Yara. E dopo attente anlisi sono state trovate altre tracce di dna sui pantaloni della ragazza. Si tratta in questo caso di tracce miste formate da più dna. Se anche in questo caso dovessero essere riconducibili a Bossetti l’inchiesta potrebbe anche concludersi. Ovviamente al momento non è dato investigatori mantengono il massimo riserbo sull'indagine in corso. Ma i rumors parlano di una svolta nelle indagini.  

L'inchiesta - Bossetti si trova in carcere oramai da un mese. Gli investigatori hanno individuato in lui il presunto omicida denominato Ignoto Uno dopo aver scoperto l’dientità del padre naturale, l’autista Giuseppe Guerinoni, morto nel ’99, che aveva una relazione segreta con la madre di Bossetti, Ester Arzuffi. Il dna di Guerinoni è infatti risultato molto simile a quello prelevato dagli indumenti di chiara e il test su Bossetti (cominciato con un finto controllo con etilometro) non ha fatto altro che chiudere il cerchio. Intanto gli avvocati del presunto omicida, Silvia Gazzetti e Giovanni Salvagni, chiedono la ripetizione degli esami. La ripetizione del test potrebbe incastrare definitivamente il muratore o smontare la ricostruzione dell’accusa. Ma sembra molto più probabile la prima ipotesi, considerando che la compatibilità tra le tracce sugli slip di Yara e i risultati del test su Bossetti supera il 99,99%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    17 Luglio 2014 - 15:03

    Troppa gente viene assunta dallo Stato unicamente su base regionale (tra queste non c'è il Nord) e non per meriti. Ergo questi signori vorrebbero dimostrare che lavorano (ma lo fanno at catzium, o col de'rethano). Poi si atteggiano a grandi inquisitori, nuovi tenente Colombo, e fanno carriera dopo le inevitabili interviste dei loro corregionali i quali fanno interviste concordate

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    17 Luglio 2014 - 14:02

    Basta vedere in che condizioni erano i leggins di Yara per capire che gli inquirenti stanno bleffando. Erano completamente marciti dopo mesi di intemperie. E' quindi impossibile trovare un ottimo campione di DNA. Hanno trovato il colpevole ideale e a lui devono dare tutta la colpa.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    17 Luglio 2014 - 14:02

    Chiedo scusa al giornalista, ma se si tratta di dna diversi che c'entra più bossetti??? A me sembra sempre più chiaro che ci sia stata una mistificazione. Intanto è estremamente improbabile trovare un dna dopo tre mesi di pioggia e neve, ora se ne trovano altri! E se Yara fosse stata uccisa altrove e portata lì dopo alcuni mesi??? Questo cambierebbe tutto, o no?????

    Report

    Rispondi

  • c-a-o-t-i-c-o

    17 Luglio 2014 - 13:01

    Io credo che serva un colpevole a tutti i costi e questo Bossetti cade a fagiolo....... poi potrebbe anche essere lui, ma davvero nella giustizia non ci crede più nessuno ora come ora la colpa e di chi unge gli ingranaggi a colpi di euro .....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog