Cerca

Investimento saudita

Carrara, la famiglia Bin Laden investe 45 milioni di euro nelle cave di marmo

Carrara, la famiglia Bin Laden investe 45 milioni di euro nelle cave di marmo

Ieri 30 luglio intorno alle 14.30, la famiglia Bin Laden è entrata in possesso di una parte consistente delle cave di marmo di Carrara per circa 45 milioni di euro. Un atto che segna una piccola rivoluzione nelle cave apuane e l’ingresso, per la prima volta, di un gruppo straniero nel mondo del marmo. L'accordo si è concluso con l'acquisto da parte della Cpc Marble e Granite Ltd del 50% della società che controlla la Marmi Carrara. La Cpc Marble e Granite ha sede a Cipro ed è di proprietà della famiglia Bin Laden, che da tempo intrattiene rapporti commerciali con i produttori di marmo di Carrara.

I numeri - L'assessore alle infrastrutture della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli, ha fatto il punto sull'industria estrattiva del marmo nel contesto apuo-versiliese. Secondo i dati riferiti in consiglio regionale, nel 2013 solo nel territorio comunale di Carrara risultavano attive 80 cave. L'assessore ha fatto una panoramica sui quantitativi di materiali estratti nel 2013: nelle cave di Lucca, 448 mila tonnellate di materiali per usi industriali e un milione e 20 mila per costruzioni e opere civili; nelle cave di Massa Carrara 2 mila tonnellate solo per uso industriale. Per usi ornamentali, invece, a Lucca, i materiali estratti sono stati 97 mila tonnellate tra marmo e arenarie e in provincia di Massa Carrara un milione e 24 mila di marmo tonnellate. Per quanto riguarda gli introiti che derivano dalle tasse sulle concessioni regionali per le cave, Ceccarelliha puntializzato che: "Dall'estrazione dei materiali per usi industriali derivano 131 mila euro dalla provincia di Lucca e 576mila  euro da Massa Carrara (solo la cava di Pontremoli). Dall'estrazione dei materiali per costruzioni ed opere civili derivano 351 mila euro dal lucchese e 30 mila e 800 da Massa Carrara. Dai materiali per usi ornamentali derivano invece oltre 647 mila euro in provincia di Lucca, tra blocchi e scaglie e 12 milioni di euro in provincia di Massa Carrara".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog