Cerca

Nuovi elementi

Garlasco, gli sms di Chiara Poggi e Alberto Stasi prima della tragedia

Garlasco, gli sms di Chiara Poggi e Alberto Stasi prima della tragedia

A sette anni e un giorno da quel maledetto 13 agosto 2007, quando Chiara Poggi fu trovata senza vita nella sua villetta di Garlasco, emergono nuovi elementi. Il settimanale Giallo ha pubblicato lo scambio affettuoso di messaggini che i due amanti si sarebbero scambiati solo pochi giorni prima della tragedia: "Mi manchi", "ho voglia di coccole" e altri classici vezzeggiativi fra innamorati. I due innamorati in questione però, non sono due amanti comuni, ma Alberto Stasi e Chiara Poggi, qualche ora prima che il corpo di Chiara fosse trovato esanime sulle scale della sua villetta del comune lombardo.

 

Nessuna crisi - Fin da subito Alberto è l'accusato. Ma ciò che trapela da questi brevi stralci d'amore epistolare tutto sembra fuorchè lo spaccato di una coppia in crisi. Lo stesso Stasi, descritto come una statua di ghiaccio, dallo sguardo freddo e distaccato appare al contrario come un ragazzo dolce, tranquillo, affettuoso. Insomma, da queste conversazioni non pare minimamente che il rapporto tra i due fosse teso, o al limite, inquieto.

Nuovo appello - Stasi nel frattempo è stato assolto due volte, in primo e secondo grado. Ma ora attende di affrontare un nuovo processo di Appello dopo che, nell'aprile del 2013, la prima sezione penale della Cassazione aveva accolto il ricorso della procura di Milano e dei genitori di Chiara contro la sentenza della Corte d'Assise d'appello. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    14 Agosto 2014 - 15:03

    appunto prima della tragedia, poi però un vento impetuoso di insulti di minacce fino a uccidere ha stravolto tutto. Alberto ha ucciso Chiara probabilmente dopo una violenta lite non si sa il motivo. Però Alberto è già in casa dalla sera, sennò perchè si porta il computer? Forse già al mattino è successo tutto e lascia la casa di Chiara quando la città ancora dorme. A comodo chiama i carabinieri.

    Report

    Rispondi

  • ulanbator10

    14 Agosto 2014 - 14:02

    La soluzione di questo omicidio sta in nuove indagini che coinvolgano la parentela allargata, sempre che sia ancora possibile leggere tutti i tabulati telefonici. Purtroppo Carabinieri e Giudice negli anni scorsi e forse anche oggi, per non rimangiarsi il teorema esposto,hanno puntato tutto su Stasi,perché sembrava debole e facilmente soggetto a pressioni psicologiche,ma se e' innocente non crolla

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    14 Agosto 2014 - 13:01

    Questa inchiesta come molte altre della magistratura inquirente è stata condotta in maniera sbagliata fin dall'inizio. E' chiaro che è molto facile considerare come colpevole il più vicino alla vittima. Ma quasi sempre non è così. Che motivi poteva avere stasi nell'uccidere la fidanzata? il fatto che vedeva film porno, probabilmente in sua compagnia come fanno molte coppie???????

    Report

    Rispondi

  • bruggero

    14 Agosto 2014 - 13:01

    Pubblicare questi sms, a mio avviso, è mancanza di rispetto per chi non c'è più!!

    Report

    Rispondi

blog