Cerca

Vicenza

Beve un caffè al bar e si ustiona bocca, gola e esofago

Beve un caffè al bar e si ustiona bocca, gola e esofago

Un caffè avvelenato dal liquido della lavastoviglie. Solo la prontezza di spirito di Federico Roncolato, 34 anni, residente a Thiene, ha evitato ben più gravi conseguenze. L'uomo ha chiesto al bar di Creazzo, un paese in provincia di Vicenza, la colazione, ma quando ha buttato giù il caffè ha subito capito che c'era qualcosa che non andava: si sente bruciare la lingua, la bocca e la gola, fino allo stomaco. Un dolore lancinante che lo induce a autoindursi il vomito per eliminare la sostanza ingerita e poi recarsi con la sua auto al pronto soccorso di Vicenza. Ora, racconta il Giornale di Vicenza è ricoverato nel reparto di medicina generale a causa di una grave esofagite erosiva, un'infiammazione acuta a carico della mucosa dell'esofago, dovuta a pesanti ustioni alla parte superiore dell'apparato digerente, che potrebbero provocargli danni permanenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oldpeterjazz

    16 Agosto 2014 - 13:01

    60 giorni di chiusura del bar, tanto per cominciare. E poi un adeguato risarcimento a quello sfortunato avventore. D'ora in avanti laveranno come si deve macchina da caffè e tutto il resto.

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    16 Agosto 2014 - 10:10

    Non è liquido lavastoviglie. Hanno pulito i filtri della macchina del caffè usando il prodotto apposta che discioglie le tracce di caffè. E' una polvere bianca leggermente corrosiva. Si vede che poi non hanno risciacquato troppo bene. Ma non si muore per quello.

    Report

    Rispondi

blog