Cerca

Dramma immigrazione

Naufragio davanti alle coste di Lampedusa, altri 6 morti

Almeno sei persone sono morte nella notte per il naufragio di un peschereccio carico di immigrati a sud di Lampedusa. Circa 360 quelli salvati. «Ieri sera a nord delle coste libiche, con condizioni meteo-marine in peggioramento - spiega in una nota la Marina Militare - un peschereccio sul quale erano imbarcati un numero elevato di migranti si è capovolto. Un elicottero della Marina Militare è decollato da Lampedusa per recarsi sul punto del naufragio. L’intervento in pochi minuti del pattugliatore Foscari, della corvetta Fenice, della CP 904 e della nave mercantile Burbon Orca hanno permesso di soccorrere e portare in salvo rispettivamente 80, 32, 250 e 2 migranti presenti in mare al quale erano stati lanciati i salvagente dall’elicottero
intervenuto per primo. Sei le salme recuperate, continuano al
momento le ricerche di eventuali dispersi».

Il conto - In totale sono quasi 4.000 i migranti salvati e recuperati tra venerdì e domenica in numerosi soccorsi effettuati dagli equipaggi delle navi della Marina Militare, Capitanerie di Porto e navi mercantili. Nelle molteplici operazioni di assistenza ai natanti provenienti dalle coste nord africane sono stati recuperati anche diversi corpi senza vita. Il pattugliatore Sirio - si spiega in una nota - sabato sera ha soccorso 73 migranti da un gommone in difficoltà, imbarcando anche 18 salme ritrovate a bordo dello stesso natante. Il Sirio ha inoltre soccorso e recuperato altri migranti da un altro natante sbarcando tutti ieri sera a Pozzallo: 266 migranti e 18 salme. La fregata Fasan domenica mattina ha sbarcato a Reggio Calabria 1373 migranti e una salma recuperati nelle operazioni di venerdì e sabato. Ieri sera a nord delle coste libiche, con condizioni meteo-marine in peggioramento, un peschereccio sul quale erano imbarcati un numero elevato di migranti si è capovolto. La nave San Giusto nel pomeriggio di oggi sbarcherà a Crotone 1367 migranti tra cui 192 donne e 156 minori soccorsi insieme a nave Fenice e alla motovedetta CP 904 della Capitaneria di Porto. Le motovedette delle Capitanerie di Porto CP401, 267 e 289 hanno soccorso 277 migranti sbarcandoli ieri sera nel porto di Trapani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • plinio72

    25 Agosto 2014 - 14:02

    se l'italia dichiarasse guerra allora si che gli italiani potrebbero ributtarli da dove sono venuti. siamo stufi di pagare tasse per dare a questi 35 euro al giorno a questi pa.....ti. vadano a rompere i c...... da un'altra parte. voglio poter non pagare da mangiare a sta gente fateci votare!!!!! chissà se un giorno potremo rispedirli da dove son venuti. siam stufi no accoglienza no no e poi no!!

    Report

    Rispondi

  • spalella

    25 Agosto 2014 - 14:02

    Muoiono in mare ? Mi preoccupano i VIVI che arrivano ad occupare il nostro territorio, e non quelli che NON arrivano. Non sono buonista, non sono più cattolico, voglio difendermi come ogni persona civile ha diritto di fare. Il bestiale cattolicesimo mediorientale non ha nulla delle mie Radici Greche e Latine, Non conosce LA RAGIONE ma solo Pecore, Parassiti e Sottomissione, E NON LO ACCETTO.

    Report

    Rispondi

  • marari

    25 Agosto 2014 - 12:12

    Voi giornalisti continuate a chiamarla "immigrazione", quando il termine giusto è "invasione". Pertanto gli invasori vanno combattuti non accolti con la fanfara come sta facendo Alfano. Aspettiamo uno tsunami.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    25 Agosto 2014 - 11:11

    4000 in un weekend?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog