Cerca

Addetti a chilometro zero

Ditta manda solo operai italiani, polemica nel maceratese: ma è tutta colpa di un sondaggio

Ditta manda solo operai italiani, polemica nel maceratese: ma è tutta colpa di un sondaggio

"No materiali cinesi - No venditori o rappresentanti a casa tua - No tecnici extracomunitari" recita una réclame di una ditta marchigiana di Potenza Picena e lo spot, in apparenza innocuo (dura appena 34 secondi) ha scatenato, va da sé, i deliri politically correct di tutti i progressisti del web, che nello specifico hanno snocciolato il mantra classico e hanno fatto notare come "si tratti di un messaggio promozionale, a fortissima connotazione razzista".

La replica  - Accuse che l'azienda respinge al mittente, "Ce lo chiedono i clienti" replica Emanuele Poliero che nello spot ribadisce la questione: "Operiamo in tutta Italia con tecnici della tua zona a Km 0" che detta altrimenti significa solo che se vi va di installare una vasca, una doccia nuova o persino i più futili lavoretti da bagno e vi va di sentir il vostro dialetto piuttosto di quello di un ragazzotto dell'est, ecco ciò non è accettabile. E allora Poliero ribatte: "Il bello è che la frase tanto discussa è scaturita da un'indagine di mercato".

Razzismi - Le stesse famiglie, interrogate sulla questione dalla ditta marchigiana, hanno infatti fatto notare di non gradire dei tecnici non italiani per la ristrutturazione delle loro toilettes: paradossalmente, razziste sarebbero quindi le famiglie della provincia di Macerata e tutti quegli italiani che passano in bagno più tempo rispetto a tutte le altre zone della casa e non sarebbero nemmeno liberi di far entrare nel loro luogo più intimo chi diavolo vogliono.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gielle1

    07 Settembre 2014 - 09:09

    Giusto. ognuno deve poter scegliere chi far entrare e lavorare in casa propria.

    Report

    Rispondi

  • palace

    07 Settembre 2014 - 02:02

    Allora, la volete smettere di dare dei razzisti alle persone che cercano di fare lavorare la nostra manodopera i nostri Italiani ? Non vi bastano le migliaia di persone ,Italiane, che non hanno pane da mettere in tavola per dar da mangiare ai loro figli? Vergognatevi, in ogni paese che vai i governi prima pensano ai propri cittadini , solo da noi capita il contrario. Ditta marchigiana BRAVI!!!!!

    Report

    Rispondi

  • fulcrum29

    06 Settembre 2014 - 15:03

    Era ora questo è un esempio da imitare.

    Report

    Rispondi

    • ilsognodiunavit

      06 Settembre 2014 - 15:03

      Chiedo una prova senza andare troppo lontano.Controlla in casa tua,qualunque cosa escluso il cibo,dimmi se trovi molti articoli made in italy,i sindacati hanno spostato ogni produzione in cina e nel resto del mondo dove non hanno sindacati come quelli che sono da noi.Tutti contro i padroni,ma non esistono operai se non ci sono i padroni , naturalmente questo vocabolo non è mio ma scritto nei muri.

      Report

      Rispondi

  • pier47

    06 Settembre 2014 - 13:01

    buongiorno, e dai con questo razzismo!!!Stanno tutti abusando di questa parola, a questo punto mi viene un dubbio: la gente sa cosa vuol dire?Abito in provincia Monza B. e io per primo ,ma anche molti altri,cerco operai italiani(bergamaschi e bresciani)per lavori di ristrutturazione e non,mi fido solo di loro per vari motivi cominciando dalla qualità,non c'è spazio,non continuo, saluti

    Report

    Rispondi

    • Chry

      07 Settembre 2014 - 09:09

      La fattura signora? vede è tutto l'impianto da rifare, qui sono mille euro signora mia (operaio italiano in casa di una signora anziana, dopo aver visto un filo staccato...)

      Report

      Rispondi

blog