Cerca

Spending review

Accorpamenti delle Forze dell'Ordine: ecco il dossier sui tagli del governo Renzi

Accorpamenti delle Forze dell'Ordine: ecco il dossier sui tagli del governo Renzi

Venti miliardi di euro: tanto costa il funzionamento della macchina amministrativa delle Forze dell'Ordine. Un costo che l'Italia non si può più permettere. Ecco allora che il governo sta accelerando, visto anche che l'Europa sono tre anni che lo chiede e sanziona l'Italia che ancora non lo ha fatto, su un piano che prevede l'unificazione, almeno, delle centrali operative: del resto attualmente ce ne sono cinque - Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Forestale - che diventano otto e nove in città grandi come Roma e Milano. Una mossa che porterebbe a risparmiare almeno 600 milioni.
Ma non è tutto. Come rivela il Messaggero il governo starebbe studiando un piano che accorperebbe anche il dipartimento di pubblica sicurezza e del dipartimento di soccorso pubblico dei vigili del fuoco che comporterebbe una riduzione della spesa pubblica di altri 150 milioni di euro l'anno. I conti sono presto fatti: meno sedi, meno mense, meno auto in servizio. E ancora: la polizia penitenziaria e quella forestale verrebbero poste sotto il controllo della Polizia di Stato che conta 1.850 centri di comando contro i 6.140 dei carabinieri (di cui 4.632 stazioni) mentre le direzioni centrali della polizia che erano appena una decina 20 anni fa, ora sono raddoppiate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vesuvius.fr

    14 Dicembre 2014 - 19:07

    Sarebbe sicuramente un vantaggio in termini di costo, efficienza e trasparenza. Pensate in GerManiahanou asola polizia, perche tanti affitti, tanti militari adetti agli uffici......?

    Report

    Rispondi

  • AG485151

    08 Settembre 2014 - 19:07

    E' inutile girarci intorno : ne abbiamo più del doppio di quello che serve . Basta fare la media europea degli stati paragonabili per dimensioni .

    Report

    Rispondi

    • coccorix

      11 Settembre 2014 - 11:11

      Ti do pienamente ragione sui numeri, ma la colpa di questi numeri è principalmente di chi fa le leggi e di chi le applica all'italiana. .. se un poliziotto arresta Tizio al mattino, poi ci vuole un altro poliziotto per inseguirlo anche la sera, visto che il 99% delle volte è già in libertà. Il nostro lavoro è molto simile a quello di mio figlio, che cerca di svuotare il mare col secchiello.

      Report

      Rispondi

  • sauro_lionello

    08 Settembre 2014 - 17:05

    Ma dove sono le cinque centrali operative ??? visto che le richieste d'interventi di qualsiasi natura arrivano al 112 e 113 ???

    Report

    Rispondi

  • marks

    08 Settembre 2014 - 15:03

    A titolo informativo nell'esercizio delle loro funzioni i Vigli del Fuoco sono agenti di Polizia Giudiziaria, i Sotto Ufficiali e gli Ufficiali sono Ufficiali di Polizia Giudiziaria , quindi sottoposti a eseguire indagini per i reati di loro competenza ad esempio incendio doloso o omicidio colposo a seguito di incendio, e produrre informativa o notizia di reato alla Procura della Repubblica compet

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog