Cerca

Il processo ad Alberto Stasi

Garlasco, troppo poco dna sotto le unghie di Chiara Poggi

Garlasco, troppo poco dna sotto le unghie di Chiara Poggi

Non c’era abbastanza Dna nel materiale biologico rintracciato sui frammenti delle unghie di Chiara Poggi per poterlo comparare, con affidabilità scientifica, con quello di Alberto Stasi. È questo l’esito dell’esame che si è svolto nella sede del Dipartimento di scienza e salute dell’Università di Genova nell’ambito del processo d’appello-bis che vede imputato Stasi per l’omicidio di Chiara Poggi avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007.

I marcatori - In sostanza, spiega uno dei legali del giovane commercialista, l’avvocato Fabio Giarda, "dal Dna di Chiara è stato possibile rintracciare solo cinque marcatori, ma per avere un’affidabilità scientifica bisogna che ce ne siano almeno nove". I cinque marcatori "trovati" nel Dna che si trovava sulle unghie della ragazza sono tutti compatibili col profilo genetico di Alberto, ma potrebbero essere altrettanto compatibili con quello di altre persone. "L’esame non ha dato risultati significativi perché sono troppo pochi i marcatori", è la conclusione di Giarda.

I pedali - Questo, dunque, l'esito dell'esame svolto nella sede del Dipartimento di scienza e salute dell'Università di Genova nell'ambito del processo-bis in cui Stasi è imputato per l'omicidio di Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007. Giarda, alla domanda su alcune foto scattate da un carabinieri nel corso di uno dei primi interrogatori al ragazzo, ha risposto: "Quando vedremo le foto dei graffi, se ci sono, le valuteremo. Ma agli atti non ci sono". E ancora: "Sulla camminata ho letto che ci sono risultati incompatibili con quelli che avevamo e che noi non conosciamo. Sulla bicicletta c’è il discorso dello scambio dei pedali che abbiamo già smontato". E ancora: "Non è assolutamente dimostrato che quelli fossero i pedali originali della Umberto Dei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    12 Settembre 2014 - 09:09

    Grazie alle norme vigenti è il Magistrato ( spesso ragazzine appena uscite dall'Università che hanno vinto un concorso, ma prive di esperienza) a condurre le indagini e a dare ordini al Colonello dei Carabinieri. Da quando vige questa regola in Italia non si risolve più un caso.

    Report

    Rispondi

    • fonty

      fonty

      12 Settembre 2014 - 15:03

      Sono d'accordo, dopo la malaugurata legge che assegnava al magistrato di turno la direzione delle indagini, si è creato un pastccio galattico, in quanto non tutti i magistrati sono all'altezza per esperienza,capacità, entusiasmo per il proprio lavoro e voglia di fare, molti lo considerano un modo di prendere uno stipendio sicuro e diventano dei travet. Ritornare alle indagini affidate agli esperti

      Report

      Rispondi

  • demetrio45

    11 Settembre 2014 - 17:05

    la magistratura italiana fa a gara a chi spara più cazzate. ma come si diventa MAGISTRATO? e come si fa CARRIERA? un altro dei misteri d'italia. (in minuscolo scritto apposto).

    Report

    Rispondi

  • alejob

    11 Settembre 2014 - 17:05

    Questo signore nella foto ha un SORRISO EBETE. Questo prende in giro Giudici ,Magistrati, ed anche il popolo Italiano. Sembra che lui voglia dire : Ve l'ho messa nel DERETANO!.

    Report

    Rispondi

    • afadri

      11 Settembre 2014 - 18:06

      x aleiob - può darsi che lei abbia ragione. Tuttavia converrà che tocca agli inquirenti dimostrare che uno è colpevole. E con questi inquirenti e magistrati che ci ritroviamo rischiamo di finire male, molto male.! LEI COMPRESO.!

      Report

      Rispondi

  • Boaprince

    11 Settembre 2014 - 16:04

    Capitolo Stasi: credo sia irrilevante, era il fidanzato, non sarebbe così assurdo che la ragazza abbia il DNA sotto le unghie. E dico purtroppo, perché io lo ritengo colpevolissimo. Capitolo inquirenti: incompetenti, non c'è altro da dire!!!

    Report

    Rispondi

    • afadri

      11 Settembre 2014 - 18:06

      x Boaprince. Lei lo ritiene "colpevolissimo". Giudizio inutile il suo, perché ci vogliono fatti certi non parole. Pensi se capitasse a lei una situazione simile.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog