Cerca

Il giudice: amnesia dissociativa

Bimbo morto in auto per il caldo: scagionato il papà

Bimbo morto in auto per il caldo: scagionato il papà

Un giorno di giugno dello scorso anno, Andrea Albanese parcheggiò l'auto vicino all'ufficio e andò a lavorare come ogni giorno. Otto ore dopo, all'uscita dal posto di lavoro, trovò il figlioletto Luca morto sul suo seggiolino fissato ai posti posteriori della vettura. A uccidere il piccolo era stato il caldo. Per tutta la giornata, Albanese non si ricordò di aver dimenticato il figlio in macchina, anzichè portarlo all'asilo come avrebbe dovuto fare. Oggi, secondo quanto scrive il quotidiano "La libertà" di Piacenza il giudice per le indagini preliminari Elena Stoppini ha disposto il proscioglimento per l'uomo, accogliendo i risultati delle perizie secondo le quali, quandò abbandonò il piccolo Luca, Albanese era in preda a una "amnesia dissociativa" non era capace d’intendere e di volere, quindi non può essere processato. E scrivendo così la parola fine alla vicenda giudiziaria scaturita dalla tragedia che commosse tutta l’Italia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papillon50

    28 Settembre 2014 - 15:03

    Una sentenza idiota che sostanzialmente lascia a piede libero un assassino. Povero bambino,lasciato a cuocere dentro un'automobile da un imbecille che nel cervello ha della segatura, altro che "amnesia dissociativa". Parole vuote profferite da quell'altra congrega di idioti che che sono i periti psicologi/psichiatri la cui sopravvivenza professionale,dopo la legge Basaglia,è praticamente inutile!

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    28 Settembre 2014 - 15:03

    Già, è stata amnesia. Sarà anche vero, ma, secondo me, chi si dimentica un figlio è solo ed esclusivamente un folle!!! E' ovvio che porterà con sé per tutta la vita questa colpa, Ma credo che debba essere curato per una grave deformazione mentale. Non può restare libero, perché questo "non reato" potrebbe essere reiterato. Magari domani potrà dimenticarsi un altro figlio in macchina a morire!!!

    Report

    Rispondi

  • fulcrum29

    28 Settembre 2014 - 13:01

    E' incredibile! Mi chiedo a quale lobby, organizzazione o partito politico apparteiene questo "signore" per poter assassinare impunemente il figlio e essere completamente discolpato: praticamente si sono scusati per averlo indagato il tutto in un tempo brevissimo visto gli standard italiani. Questa non è giustizia.

    Report

    Rispondi

  • papillon50

    28 Settembre 2014 - 00:12

    Io sto sempre dalla parte delle vittime, in questo caso di un bambino lasciato cuocere in un'automobile sotto il sole di giugno. Avete mai provato a starci solamente qualche istrante nelle stesse condizioni? E' come se lo avesse messo in un forno a microonde! Nessuna pietà, nessuna tolleranza: una vita per una vita! E che nessuno venga a raccontare minchiate sulla civiltà o stronzate del genere!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog