Cerca

Raid dei "Fratelli d'Italia" nel Principato

Montecarlo, citofonare Tulliani:
il cognato di Fini è ancora
nella casa dello scandalo

Il suo nome è ancora sul citofono dell'appartamento di boulevard Princesse Charlotte. I militanti: "Senza vergogna"
Montecarlo, citofonare Tulliani:
il cognato di Fini è ancora
nella casa dello scandalo

In piena campagna elettorale i colpi non si risparmiano. E cosa di meglio che farsi una bella gita a Montecarlo per vedere come stanno le cose in boulevard Princesse Charlotte al civico 14? L'idea l'hanno avuta i militanti della sezione di Lodi dei Fratelli d'Italia (il partito di Crosetto & Meloni). Giunti nel principato al suddetto indirizzo, i militanti hanno scoperto che sul citofono della casa che per qualche mese fu sulle pagine di tutti i giornali c'è ancora il nome "Tulliani", il cognato dell'ex compagno di partito in An Gianfranco Fini, poi divenuto leader di Futuro e libertà. L'appartamento monegasco resterebbe dunque nella disponibilità di mister Tulliani (anche se ufficialmente sarebbe di proprietà  della società Printemps, con sede sull'isola di Santa Lucia nelle Antille. I militanti, dopo aver piantonato pr qualche ora lo stabile, hanno quindi deciso di appiccicare sul campanello, sulla cassetta delle lettere e sulla porta d'ingresso un biglietto con la sxcritta "Fini, ridacci il maltolto", con riferimento al fatto che la casa entrò a far parte del patrimonio di An come lascito della principessa Anna Maria Colleoni nel 1999, salvo poi finire "misteriosamente" nella disponibilità del cognato di Gianfranco Fini. Il quale aveva promesso che si sarebbe dimesso da presidente della Camera se si fosse dimostrata una sua malafede nel caso. Cosa ampiamente dimostrata senza che Gianfry liberasse la poltrona. Anzi, nonostante i trenta e passa anni in Parlamento, ora s'è pure ricandidato. Deve essere un vizio di famiglia, quello di non schiodare mai e poi mai, qualunque cosa accada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Nolasinistrano

    27 Gennaio 2013 - 23:11

    Ma che venderebbero la moglie, Fini è costretto a mantenere il cognato nella famosa casa, diversamente la moglie lo lascia, l'ha già fatto, ricordate chi era il precedente compagno della signora Tulliani, caduto in disgrazia fu lasciato.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    27 Gennaio 2013 - 17:05

    no, dico , veramente: ma questo che fa oltre a sbavare intorno agli uomini della sorella? lavora? che fa?

    Report

    Rispondi

  • rufolo

    27 Gennaio 2013 - 11:11

    Possibile che questi esemplari di politici sono tanto attaccati alla poltrona che venderebbero la moglie pur di tenerla. Poi mi chiedo: come mai vengono chiamati onorevoli? Onorevoli di che cosa? Ladroni! E andiamo pure a votarli sti ladroni.

    Report

    Rispondi

  • marco50

    26 Gennaio 2013 - 18:06

    Non credevo che delle persone, potessero arrivare a tanto, Gentaglia senza pudore.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog