Cerca

Il caso

Csm, Teresa Bene giudicata ineleggibile

Csm, Teresa Bene giudicata ineleggibile

Il plenum del Csm, nella sua prima riunione presieduta dal capo dello Stato, ha dichiarato ineleggibile Teresa Bene che era stata indicata tra i componenti laici di Palazzo dei marescialli in quota Pd. Le Camere ora drovranno sostituirla.  La decisione dell'ineleggibilità è stata presa su proposta della Commissione verifica titoli che ha ritenuto che la Bene non avesse i 15 anni di esercizio della professione forense richiesti dalla Costituzione. "Una decisione infondata, errata, strumentale. I miei diritti di interlocuzione sono stati platealmente violati. Spiace che tutto questo avvenga ad opera di un organo di rilevanza costituzionale". La Bene non ha preso, come dire, serenamente la sua esclusione. 

L'intervento di Napolitano - "Sono molto rammaricato per quel che è accaduto". Giorgio Napolitano non nasconde il disappunto per il "caso Bene". "Mi permetto di dire - osserva in chiusura della cerimonia di insediamento del nuovo plenum, a Palazzo dei Marescialli - che può esserci stata qualche frettolosità e disattenzione nel pur così laborioso processo di selezione da parte del Parlamento dei suoi rappresentanti nel Consiglio superiore dalla magistratura".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cabass

    01 Ottobre 2014 - 07:07

    E poi hanno il coraggio di criticare Berlusconi e le sue donne...

    Report

    Rispondi

  • papillon50

    30 Settembre 2014 - 20:08

    Docente "associato" di Diritto Processuale a NAPOLI (tanto per cambiare),già assessore regionale nella giunta BASSOLINO( Afragola/ Napoli, suo sponsor),non so se è nata a Napoli pure lei. Se lo fosse il quadro è completo: napoletana! La sua "difesa": "sono stati violati i miei diritti di interlocuzione", ma è dovuta uscire. Gran bella figura di merda davanti a Napolitano,di NAPOLI pure lui! WOW !

    Report

    Rispondi

    • ghinoditacco2

      01 Ottobre 2014 - 13:01

      Poco tempo fa, il CSM dichiarò incompatibile un componente, avvocato, del NORD. Non mi sembra che i napoletani puntualizzarono che costui era del nord. O siamo davvero ancora al livello di ritenere che i ladri stanno solo a destra ed a sinistra no? O pensiamo che la delinquenza, la corruzione, la malasanità, l'evasione fiscale , siano fatti del sud e non anche del nord? Non siamo falsi ingenui!!

      Report

      Rispondi

    • ioriomarilu

      01 Ottobre 2014 - 11:11

      giusto per.. ma cosa c'entra che sia Napoletana? e poi informati: Bassolino non era il suo "sponsor", anzi, non ha proposto lei.

      Report

      Rispondi

  • ghinoditacco2

    30 Settembre 2014 - 19:07

    Non comprendo queste reazioni spropositate dell'avv.Teresa Bene. L'iscrizione all'Albo degli Avvocati è un dato documentale. O i requisiti li possiede, ed allora, con un semplice certificato, farà valere le sue ragioni nelle sedi a ciò deputate. Se è vero il contrario, allora è davvero una vergogna che si bari per raggiungere posti di rilievo millantando titoli ,in realtà, non posseduti.

    Report

    Rispondi

  • apostrofo

    30 Settembre 2014 - 19:07

    QUESTE SONO LE RIFORME DI RENZI, CHI HA DETTO CHE NON HA FATTO NIENTE. HA PIAZZATO DAPPERTUTTO GENTE DEL PD. STA MANFRINA DELLE SCARAMUCCE DI RENZI COL PD L'ABBIAMO CAPITA DA UN PEZZO. STANNO OCCUPANDO TUTTO SENZA ECCEZIONE E RIDUCENDO IL PAESE SUL LASTRICO,SENZA SPERANZA. BASTERA' UNO SCHIOCCO DI DITA E CI TROVIAMO "DEMOCRATICAMENTE" IN UNO STATO TOTALITARIO. GENTE DI DESTRA, CONTINUATE A DORMIR

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog