Cerca

Deciderà la Corte d'assise

Stato-mafia, i pm umiliano Napolitano: per loro deve deporre davanti a Riina

Stato-mafia, i pm umiliano Napolitano: per loro deve deporre davanti a Riina

La Procura di Palermo, in una memoria depositata alla Corte d’Assise, ha dato parere favorevole alla partecipazione dei boss Totò Riina e Leoluca Bagarella e dell’ex ministro Nicola Mancino alla deposizione, al Quirinale, del Capo dello Stato Giorgio Napolitano al processo sulla trattativa Stato-Mafia. I capimafia, qualora la Corte accogliesse la loro istanza di assistere alla deposizione, parteciperebbero in videoconferenza dal carcere, mentre Mancino potrebbe assistere dal Quirinale. Secondo i pm, infatti, la possibilità di partecipare all’udienza, seppure con le forme della videoconferenza, sarebbe prevista dalla norma richiamata dalla Corte d’Assise per lo svolgimento dell’udienza al Quirinale, cioè l’articolo che disciplina l’audizione del teste sentito a domicilio. Inoltre - per la Procura - alla luce dei principi generali che consentono all’imputato di partecipare al processo, un’eventuale esclusione, a fronte di una precisa istanza, potrebbe determinare una nullità processuale. Da qui il parere favorevole della Procura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zhoe248

    09 Ottobre 2014 - 18:06

    Non è "per loro" che deve deporre davanti ai boss, è la Legge che lo prevede.

    Report

    Rispondi

  • pippotorregh18

    09 Ottobre 2014 - 07:07

    Per tutti i pensionati o quelli che non anno versato mai nulla ? Perché questi pensionati al basso stipendio sono molti che lavorando e non pagando nulla sono riusciti a dare una posizione ai loro eredi e non anno pagato mai nulla e adesso vengono premiati ,come tutti i nostri amministratori che rubano e vengono premiati ? Stato str?.............o ?.........

    Report

    Rispondi

  • scorpione2

    08 Ottobre 2014 - 11:11

    strano questo commento e di chi l'ha scritto,in questo articolo napolitano viene citato col suo giusto nome e cioe' capo dello stato giorgio napolitano,strano non veder scritto l'epiteto re giorgio,la mia impressione e': non e' che per caso ci siano delle paure in questo confronto anche se in video conferenza, salti fuori il nome del mandante che diede l'ordine di far fuori borsellino?

    Report

    Rispondi

  • geom.cescon

    08 Ottobre 2014 - 11:11

    se non ha fatto niente ... perchè deve essere umiliante ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog