Cerca

La polemica

Genova, l'assessore Lanzone: "I premi ai dirigenti? Se li sono meritati"

Genova, l'assessore Lanzone:  "I premi ai dirigenti? Se li sono meritati"

Difende a spada tratta i tecnici premiati "per aver ridotto il rischio idrogeologico" l'assessore genovese al Personale Isabella Lanzone: "Basta caccia alle streghe, i nostri dirigenti siedono su poltrone scomode", dice a Repubblica, "stanno gestendo l'emergenza notte e giorno, se lo sono guadagnato tutto". 

"Premi e obiettivi sono stati stabiliti da una delibera e approvati in Consiglio comunale senza obiezioni. E parliamo di dirigenti che si sono tagliati lo stipendio passando da 107mila euro lordi l'anno a 94mila", continua la Lanzone. Eppoi, precisa: Monica Bocchiardo "si è meritata" i suoi settemila e passa euro "perché è stata in 49 scuole a spiegare quali comportamenti adottare in caso di alluvione e ha fatto riunioni in tutti i municipi", insomma "un lavoro egregio", mentre Laura Pinasco, Stefano Petacchi ed Enrico Vincenzi, se li sono meritati per lo scolmatore di Fereggiano, "ché se poi non lo hanno costruito non è mica colpa loro". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gio53

    14 Ottobre 2014 - 18:06

    Eccerto, la dignità ce l'hai tu che manco lontanamente pensi a restituire i soldi. I parassiti a tuo confronto sono o più utili"

    Report

    Rispondi

  • enricorivo

    14 Ottobre 2014 - 17:05

    Via tuttiiii e di corsa !!!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    14 Ottobre 2014 - 16:04

    banda di cerebrolesi, fermo restando la critica su certi emolumenti comunque, secondo voi, i tecnici del Comune dovevano fare cosa? Magari tra i premiati c'è quello che ha fatto lo studio sul bacino idrico, sui possibili rischi di esondazione e dove potevano verificarsi; uno ha elaborato il progetto per il Fereggiano, cosa altro doveva fare? Aprire un'impresa edile per farsi poi i lavori?

    Report

    Rispondi

    • wall

      14 Ottobre 2014 - 19:07

      Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare!! Ma che ne sai di ingegneria idraulica. Ricordo che tutte queste attività ero lo Stato che progettava, adesso i comuni e regioni si credono all'altezza di tutti questi progetti incaricando poi un tecnico del comune avrà tutti gli interessi per impinguare il suo tesoretto.

      Report

      Rispondi

    • colombinitullo

      14 Ottobre 2014 - 18:06

      @ Bruno Osti anche se il nome sarebbe inutile. Caro geco ma lei si è mai posto la domanda perchè da noi è considerato un idiota? se lo chieda una buona volta, rifletta(cosa di cui dubito fortemente sia in grado di fare). Se è da circa due anni che la chiamo così ci sarà pure un motivo, si arrampica sugli specchi capovolgendo sempre la realtà, ma si può essere più pirla?

      Report

      Rispondi

    • Bolinastretta

      14 Ottobre 2014 - 17:05

      bruno osti: adesso abbiamo capito: Tu sicuramante sei uno di loro! LA CRITICA E' SOLO RIVOLTA (non agli emolumenti) ma ai premi BAMBA!! anche se avessero fatto "tutte" ste cose... li dobbiamo premiare perchè hanno semplicemente fatto il loro lavoro? e quello per il quale sono pagati?? e diciamo pure profumatamente!. CEREBROLESO E MELDESTRO CHE SEI TU!! ma sarai uno di loro che sia auto delibera!!!

      Report

      Rispondi

      • bruno osti

        15 Ottobre 2014 - 10:10

        intanto io ho iniziato con "fermo restando la critica su certi emolumenti comunque". I premi di produzione ci sono anche nel privato e derivano da accordi contrattuali tra le parti che li prevedono, per chi fa qualcosa OLTRE le proprie normali mansioni, tant'è che lo hanno preso solo quattro, non tutti i funzionari del Comune; ed uno di loro, infatti ha elaborato il progetto del Ferraggiano

        Report

        Rispondi

        • Bolinastretta

          15 Ottobre 2014 - 11:11

          Intanto ha ragione colombinitullo che sei un GECO. e ti arrampichi! Nel privato ci sono i premi di produzione, se l'azienda funziona BENE e produce Reddito i lavoratori (TUTTI obbligatoriamente) prendono un premio suddiviso! non mi pare che questa azienda debba produrre reddito ma solo amministrare ciò che é dei cittadini. il risultato é sotto agli ochi di tutti, ergo: premio? perchè? per cosa???

          Report

          Rispondi

        • bruno osti

          15 Ottobre 2014 - 12:12

          testina stretta, nel privato tutti concorrono ad un premio se questo è stabilito dagli accordi; e non esiste un obbligo legislativo di farlo. Tu lavori nel privato, non hai fatto accordi, ma fai una proposta ai tuoi collaboratori: chi di voi mi porterà una idea nuova, un progetto, un miglioramento, avrà un premio; e se questo avverrà, il premio se lo prenderà solo chi se lo è meritato.

          Report

          Rispondi

        • Bolinastretta

          15 Ottobre 2014 - 16:04

          ANCORA TI ARRAMPICHI???? ma smettila!!! questi sono STRAPAGATI RIPETO STRAPAGATI!!!! dalle AMMINISTRAZIONI COMUNALI --- hai capito??? devono AMMINISTRARE i soldi! NON DIVIDERSELI CON DEI PREMI RIMBABITO!!!!!! invece di premiarsi spendendo i soldi dei contribuenti li usino per fare gli scolmatori e mettere in sicurezza i cittadini! MALDESTRO !!!!

          Report

          Rispondi

        • bruno osti

          15 Ottobre 2014 - 12:12

          testinastretta, ribadisco che SOLO quei quattro (per quanto ne sappiamo) hanno avuto un premio, ed è per aver fatto qualcosa in più delle normali mansioni d'ufficio per le quali sono stati a suo tempo assunti; e non lo fu per la progettazione dello scolamatore. La Bocchiardo, addirittura, era un graduato del corpo dei Vigili Urbani e l'hanno messa a dirigere la Protezione Civile

          Report

          Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    14 Ottobre 2014 - 16:04

    L'arroganza e la presunzione non hanno limiti per questi delinquenti. E la magistratura? Forse a loro non sono ancora arrivati i premi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog