Cerca

Genova, l'accusa di Napolitano: "Troppa incuria per il nostro patrimonio forestale"

Genova, l'accusa di Napolitano: "Troppa incuria per il nostro patrimonio forestale"

Sull'alluvione che ha duramente colpito Genova nei giorni scorsi, è intervenuto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Parole dure: un vero atto d'accusa contro chi ha causato questo disastro. "Alle spalle di questi fenomeni, dovuti a inerzie locali, lungaggini burocratiche nel realizzare progetti elaborati e perfino finanziati, c'è anche l'incuria nei confronti del patrimonio boschivo e forestale. Occorre avere una visione unitaria degli interventi, non bastano motivazioni vaghe delle responsabilità - ha continuato Napolitano - io ho sentito un rischio di riferimenti generici: su colpe delle burocrazie e della giustizia bisogna essere circostanziati".

"Tutelare il nostro patrimonio forestale" - "Credo di dover condividere - ha aggiunto il presidente della Repubblica - all'indomani dei fatti così sbalorditivi e sconvolgenti di Genova, l'accento messo sull'importanza che ha la tutela del patrimonio forestale, anche per prevenire rischi derivanti dal dissesto idrogeologico di cui purtroppo il nostro Paese soffre endemicamente".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog