Cerca

Al palazzo di giustizia di Milano

Alfredo Robledo e la denuncia al Csm: "Bruti Liberati nasconde le notizie al pool"

Alfredo Robledo e la denuncia al Csm: "Bruti Liberati nasconde le notizie al pool"

Continua la guerra alla Procura di Milano. Dopo che il procuratore capo Edmondo Bruti Liberati ha rimosso Alfredo Robledo dalla guida della sezione "reati contro la pubblica amministrazione", lo stesso Robledo ha mandato un j'accuse al Csm in cui non si limita a difendersi dalle accuse sollevategli dal capo, ma apre un nuovo fronte. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, infatti, Robledo ha denunciato di essere stato escluso dalle "segnalazioni di operazioni sospette" che periodicamente Bankitalia invia alle Procure . Quando l'unita di informazione finanziaria di Banca d'Italia ravvisa indici di anomalie in un movimento finanziario, lo segnala alla Procura competente. Ma Robledo adesso denuncia che queste segnalazioni vengono "trasmesse esclusivamente al primo dipartimento della Procura (il pool di Greco, ndr).". Al contrario, il pool tangenti "presso il quel e è la competenza specialistica dei reati contro la pubblica amministrazione, non ha accesso alla cognizione di questi Sos. Nessuna di queste sengnalazioni risulta mai trasmessa al secondo dipartimento". E. spiega Robledo, sottrarre il flusso di queste informazioni significa sostanzialmente "indebolirne significativamente l'attività". 

Le spiegazioni - Robledo poi ha risposto punto per punto alle accuise: a Bruti che gli rimprovera difficoltà di coordinamento, spiega di averle avute "con Greco nell'inchiesta San Raffaele e con Boccassini su Expo", all'accusa di non aver mai fatto riunioni con il pool, ha risposto che nessun pm le ha mai chieste e che prima non si facevano. E spiega anche le ragioni per cui ha depositato non sul Fondo unico giustizia ma sulla Banca di credito cooperativo i 100 milioni sequestrati nel 2009 a 4 banche estere. Robledo ha spiegato da una parte che il gip Vanore sul pm "competente alla nomina del custode e delle modalità di gestione dei beni" e poi aggiunge che l'obbligo di relazionarsi con il Fug spetta alla banca. Insomma, lo scontro si fa sempre più acceso. Adesso si aspetta la contromossa di Bruti Liberati. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RULI5646

    16 Ottobre 2014 - 16:04

    Che FOGNA !!! E questi hanno potere di vita e di morte sulla gente comune !

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    16 Ottobre 2014 - 15:03

    Non ci si può credere!!! Questi due si sporcificano a vicenda ed il CSM invece di sospenderli tutti e due in via cautelativa se ne sta allegramente a guardarli!!!!! Altro che riforma della Giustizia, bisogna eliminare tutti i magistrati che creano vergogna all'Italia, a cominciare proprio dal CSM!!!

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    16 Ottobre 2014 - 14:02

    Visto l andazzo, dovrebbero mandarli tutti a casa, tanto un posto in politica non si nega a nessuno

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    16 Ottobre 2014 - 13:01

    Sono TUTTI da cacciare, sono il cancro della giustizia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog