Cerca

L'arringa

Ruby bis, la difesa della Minetti: "Assolvetela, le sue solo cortesie alle amiche"

Ruby bis, la difesa della Minetti: "Assolvetela, le sue solo cortesie alle amiche"

Nicole Minetti "non era affatto il gestore di un condominio come è stato detto e men che meno ha favorito la prostituzione" e perciò "va assolta perchè faceva soltanto delle cortesie a delle amiche". Al Palazzo di Giustizia di Milano è arrivata oggi l'arringa dei difensori di Nicole Minetti nel processo cosiddetto Ruby bis, che la vede imputata assieme a Emilio Fede e Lele Mora per i presunti festini a luci rosse nella residenza di Silvio Berlusconi.

L'arringa della difesa - Secondo il legale della Minetti, l'avvocato Pasquale Pantano, l'ex consigliera "si offriva per una cortesia nei confronti delle amiche di occuparsi dei contratti degli appartamenti" di via Olgettina. Per il legale agli atti del processo non solo "non c'è prova degli atti prostitutivi, ma men che meno dei presunti pagamenti e di conseguenza nemmeno della presunta intermediazione" contestata a Minetti. Per l'avvocato Pantano, in ogni caso, ''questo è un processo politico nel momento in cui, come è avvenuto in relazione alla trasmissione degli atti per indagare su alcune testimonianze dopo la sentenza di primo grado, un magistrato invece di essere legato alla legge fino in fondo fa dei distinguo''.

La Minetti - L'ex consigliera regionale, si è presentata in aula vestita con giacca e pantaloni neri, ha salutato e sorriso ai cronisti, anche se ha spiegato di essere "un po' tesa". Per oggi è previsto anche l'intervento dei legali di Lele Mora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papesatan

    13 Novembre 2014 - 16:04

    ma va' a fanculo!

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    21 Ottobre 2014 - 16:04

    e' il Paniz. gufo di Bolzano, che la difende?? allora aspettiamoci un'altra mignottata

    Report

    Rispondi

  • oi16730

    20 Ottobre 2014 - 18:06

    Ma come mai continuate a dare spazio a queste zozzerie ? Istigate le persone ad offenderla in strada per aver usurpato il posto di assessore con i meriti e le esperienze che sappiamo.

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    20 Ottobre 2014 - 16:04

    Tutto il caso Ruby è una farsa, quindi anche la presunta induzione alla prostituzione, oppure lo sfruttamento, poiché non mi pare vi siano prove di pressioni attuate, né di vantaggi ottenuti attraverso "l'attività prostitutiva" peraltro mai provata. Se poi le invitate, come sosterrebbe la Boccassini, fossero state tutte prostitute, dove sarebbe l'induzione? Menti malate ai posti di potere!

    Report

    Rispondi

blog