Cerca

Nuove norme

Multe, omicidio stradale e neopatentati: come cambia il codice della strada

Multe, omicidio stradale e neopatentati: come cambia il codice della strada

Dopo le novità su patente e libretto che obbligano i conducenti a registrare il proprio nome sulla carta di circolazione, stanno per arrivare sostanziali cambiamenti anche sul codice della strada. Una volta che la legge delega abbia ottenuto l'ok delle due Camere, il governo avrà dodici mesi per stendere il nuovo codice. Ecco quali sono le novità più rilevanti: 

Assicurazione - Il nuovo Codice della strada favorirà l'utilizzo di sistemi telematici che consentano di controllare lo stato della revisione, l’esistenza e la validità dell'assicurazione Rc, nonché se il veicolo è oggetto di denuncia di furto oppure è sottoposto a misure quali il sequestro o la confisca penale. 

Car pooling - Novità in arrivo anche per il car pooling che sarà regolamentato come “servizio di trasporto, non remunerato, basato sull’uso condiviso di veicoli privati tra due o più persone che debbano percorrere uno stesso itinerario, o parte di esso, messe in contatto tramite servizi dedicati forniti da intermediari pubblici o privati, anche attraverso l'utilizzo di strumenti informatici”.

Omicidio stradale - Nuove norme anche sul fronte penale. Ergastolo della patente per chi si renderà colpevole di omicidio colposo mentre era alla guida con alto tasso alcolemico o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. Ritiro della patente anche in caso di omicidio colposo con più vittime o morte di una persona e lesioni di una o più lesioni.

Neopatentati - Sarà abolita la norma che prevede il divieto di guidare, nel primo anno di patente, auto con più di 70 kW e oltre 55 kW/tonnellata. il limite sarà ridotto a sei mesi e potrà ridursi ulteriormente nel caso in cui al fianco del neopatentato ci sia una persona di età non superiore a 65 anni in possesso di patente B o superiore.

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • plaunad

    28 Ottobre 2014 - 11:11

    E a quando targa ed assicurazione anche per le biciclette? Se sono mezzi di trasporto devono sottostare alle regole di tutti gli altri

    Report

    Rispondi

  • burago426

    27 Ottobre 2014 - 10:10

    ci sono persone con più di 65 anni che sono più svegli di altri con inferiore età. E' finita l'era del signore di mezza età. Pensate a quel aviatore con più di 90 anni se non 100 (non ricordo l'età esatta) che vola ancora. Però perandare in pensione è ancora giovane. 2 pesi 1000 misure.

    Report

    Rispondi

blog