Cerca

Tradimenti

Ferrara, la moglie va col parroco: il marito lo denuncia

Ferrara, la moglie va col parroco: il marito lo denuncia

Siamo a Ferrara. Sembrava la classica famiglia perfetta: 3 bambini, marito e moglie. Lei di poco più giovane di lui, originaria del Basso Polesine. Nel corso del tempo, però, il cambiamento: "Avevo notato distacco fisico ed emotivo - racconta il marito 40enne al Resto del Carlino - era fredda anche con i nostri figli". Stranamente poi "mia moglie cominciò a frequentare assiduamente la parrocchia. Si adoperava per l’oratorio, organizzando ritrovi e feste a casa nostra a cui partecipava anche il prete”.

Sorpresi - “Ho deciso di rivolgermi agli inquirenti dopo un lungo travaglio interiore che ho vissuto e vivo in modo drammatico” dice il marito, che ha assunto un investigatore privato grazie al quale moglie e prete vengono sorpresi e fotografati in una pineta poco lontano dal camposanto e dagli impianti sportivi. “Siamo perfettamente al corrente e stiamo prendendo tutti i provvedimenti necessari. La denuncia? Il parroco in questione risponderà nelle opportune sedi e la giustizia farà il suo corso” dice il vescovo di Chioggia Adriano Tessarollo. E ancora: “Nel caso le accuse fossero veritiere, bisognerà chiarire se si tratta di un errore temporaneo, di un’infatuazione, o di una mancanza di vocazione. Se si corregge l’errore, potrà portare avanti il proprio servizio, nel secondo caso, ovviamente, il bene di tutti è che faccia un passo indietro”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    29 Ottobre 2014 - 08:08

    Il marito per prima cosa se la deve prendere con la moglie, non tanto col parroco, Questo verrà poi, in seconda istanza. Ma è la moglie per prima che si dà via ad altri.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    27 Ottobre 2014 - 18:06

    MA quante possibilità VARIE e DIVERSE di errore trova il Prete Vescovo che giudica-decide sulla Professionalità del suo... dipendente. Mi sembra vedere similitudini col CapoMafia che valuta in solitudine un PICCIOTTO... oppure la MANFRINA di un CSM che deve valutare, giudicare e pesare la Professionalità di Un GIUDICE... di un Compare. INSOMMA TUTTO IN CASA, DA BRAVI FURBI e Perfetti Italiani.

    Report

    Rispondi

blog