Cerca

Tragedia

Roma, madre e tre figli massacrati a colpi di mannaia

Roma,  madre e tre figli massacrati a colpi di mannaia

Orrore a Roma. Un'altra tragedia familiare consumata tra le mura di casa. In un appartamento nel quartiere San Giovanni madre e due figli sono stati trovati morti in casa. Una terza bambina, di 4 anni, è stata portata in fin di vita in ospedale dove i medici stanno tentando di salvarla. 

Il massacro - Quando gli agenti sono entrati nell'apaprtamnto di via Carlo Felice si sono trovati di fronte a delle scene raccapriccianti. Quello che è successo all'interno di quell'appartamento è stata una vera e propria mattanza. I corpi dei ragazzi erano sparsi in differenti stanze. Segno che devono essere stati inseguiti e colpiti ripetutamene prima di cadere sotto i micidiali fendenti. La donna, probabilmente, deve aver cercato di difendere i figli e alla fine si è rifuggiata in bagno, nascondendosi nella vasca da bagno. Dove è stata raggiunta e colpita alla gola.

Il padre - È ricoverato in ospedale dalla serata di ieri il padre marocchino dei due bambini trovati morti e un terzo ferito in un appartamento di via Carlo Felice, a Roma. La donna, di 42 anni, è stata trovata cadavere nella vasca da bagno dell'appartamento con tagli alla gola e alle braccia.
Nello stesso appartamento gli agenti della polizia scientifica hanno sequestrato due mannaie. I bambini morti avevano 2 e 8 anni, mentre la bambina di 4 è ricoverata all'ospedale San Giovanni.

L'ipotesi degli inquirenti - Si indaga sull'ipotesi della tragedia familiare. Nella serata di ieri, durante una lite, la donna, di 42 anni, avrebbe accoltellato il marito all'addome, poi l'uomo poi sarebbe uscito di casa per presentarsi in ospedale riferendo di essere stato vittima di un tentativo di rapina vicino casa. Probabilmente la 42enne ha proseguito la violenza uccidendo i due bambini e ferendo gravemente la terza per poi togliersi la vita. Il medico legale intervenuto sul posto ha accertato che la donna è morta nella vasca da bagno con una parte della cinta al collo e l'altra attaccata allo scaldabagno e una profonda ferita alla gola. Ovviamente, al tempo stesso, non si escludono anche altre ipotesi.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • plaunad

    28 Ottobre 2014 - 11:11

    Bah, finché si ammazzano fra di loro va tutto bene.

    Report

    Rispondi

    • routier

      28 Ottobre 2014 - 20:08

      Tempo fà non avrei condiviso il suo commento. Oggi, dopo aver conosciuto di persona l'inciviltà, la maleducazione e la prepotenza della maggioranza degli afroitalici sono propenso a cambiare idea.

      Report

      Rispondi

  • ghepardo50

    27 Ottobre 2014 - 19:07

    in italia fa scalpore mentre invece nel nel loro paese d'origine penso siano eventi abituali

    Report

    Rispondi

  • noinciucio

    27 Ottobre 2014 - 15:03

    @rossodisera: ma sei proprio un povero demente! davanti una tragedia simile parli di Berlusconi? Ma vai a cagare!

    Report

    Rispondi

    • genevieve

      27 Ottobre 2014 - 16:04

      ci sono i pazzi criminali che creano le tragedie e i dementi che commentano.

      Report

      Rispondi

  • rossodisera

    27 Ottobre 2014 - 15:03

    Lo stanno ricercando o cercando? Questa disinformatia, come diceva il vostro capo, è identica a quella che avete raccontato dicendo che con i sondaggi al 16% Silvio, in caso di elezioni, avrebbe governao il Bel Paese.

    Report

    Rispondi

blog