Cerca

L'incontro

Papa Francesco: "Mi danno del comunista ma io difendo i poveri"

Papa Francesco: "Mi danno del comunista ma io difendo i poveri"

"Nessun lavoratore senza diritti! Nessuna persona senza la dignità che dà il lavoro! Tutti hanno diritto a una remunerazione degna e alla sicurezza sociale!". Sono questi gli appelli pronunciati con più forza da Papa Francesco  nel suo incontro con i Movimenti Popolari. "Non esiste - ha spiegato con voce emozionata - una povertà materiale peggiore di quella che non permette di guadagnarsi il pane e priva della dignità del lavoro". Francesco ha citato in particolare il caso dei giovani disoccupati e ha sottolineato che tale situazione non è inevitabile, ma è il risultato "di un’opzione sociale,
di un sistema economico che pone i benefici prima dell’uomo", di una cultura che scarta l’essere umano come "un bene di consumo". 

Disoccupazione - Parlando a braccio, il Pontefice ha ripreso la Evangelii Gaudium per denunciare ancora una volta che a essere scartati sono bambini e anziani. E ora, ha detto ancora, c’è lo scarto dei giovani con milioni di disoccupati. Una disoccupazione giovanile, ha constatato, che in alcuni Paesi supera perfino il 50 per cento. Francesco ha detto che ripone personalmente molta speranza nei Movimenti Popolari che, ha quindi affermato,esprimono la necessità urgente di rivitalizzare le nostre democrazie, tante volte sequestrate da innumerevoli fattori». È "impossibile", ha ripreso, "immaginare un futuro per una società senza la partecipazione protagonista della grande maggioranza" della persone. Bisogna superare "l’assistenzialismo paternalista" per avere pace e giustizia, ha concluso, creando «nuove forme di partecipazione che includano i movimenti popolari» e il «loro torrente di energia morale».

"Questo Papa è..." Nell'incontro con i movimenti popolari, papa Francesco difende i diritti dei poveri. E subito precisa: "Mi dicono: questo Papa è comunista". Vogliono etichettarlo così. E lui lo trova "strano". "Terra, lavoro, tetto - spiega - è strano ma se parlo di questo per un po' ecco che dicono: "È che il Papa è comunista". Ed invece l'amore per i poveri è al centro del Vangelo". E questa, ha rivendicato il Pontefice, "è la dottrina sociale della Chiesa".

 

  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruscoloni

    bruscoloni

    28 Ottobre 2014 - 19:07

    Bisogna essere dei bananas per dare del komunista al Papa

    Report

    Rispondi

    • blues188

      29 Ottobre 2014 - 09:09

      E bisogna essere dei pelapatate per dire le tue cazzate. poco egregio bruscoloni.

      Report

      Rispondi

  • gmario52

    28 Ottobre 2014 - 17:05

    Sulla terra se non ci fosse qualcuno che pensa a far lavorare le masse che dovrebbero dare spinte , non si sa a che cosa , molta gente starebbe peggio. Non si possono demonizzare , equiparandoli , i ricchi che lo sono diventati lavorando sodo a quelli che rubano o a quelli che se ne approfittano della bontà altrui .Le parole del Papa dovrebbero essere più equilibrate per non passare per comunis

    Report

    Rispondi

blog