Cerca

Politici

L'ultimo capriccio della casta: "No all'open space; vogliamo un ufficio a testa"

L'ultimo capriccio della casta: "No all'open space; vogliamo un ufficio a testa"

Mentre gli italiani pregano di non perdere il lavoro, i nostri onorevoli, che già hanno il posto assicurato, vogliono anche poterselo godere in tutto e per tutto. E' finita nell'ennesima fumata nera la riunione per discutere della proposta del questore della Camera Stefano Dambruoso di dismettere gli uffici dei deputati a partire dal 2015 e spostarsi in ambienti open space.

Le denuncia di Andrea Vecchio - "Siamo parlamentari e dovremmo dare un indirizzo di misura e sobrietà alla nostra nazione. Eppure siamo così concentrati su noi stessi che non riusciamo neppure a cambiare degli uffici con dei moderni open space". Lo afferma il deputato di Scelta Civica Andrea Vecchio, che confessa "dispongo di un ampio ufficio a Palazzo Marini in via Poli. Due belle stanze al quinto piano. Tuttavia, posso testimoniare che il mio piano è pochissimo frequentato". Dunque perché tutta questa resistenza ad abbandonare locali che "costano ognuno 7 mila euro al mese solo di affitto, e abbracciare il co-working, come già si fa dal giornalismo alle aziende?" si chiede Vecchio. E conclude "gli uffici servono più per vantarci del nostro prestigioso ufficio nella Capitale, che a svolgere il nostro lavoro di deputati della Repubblica".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fran58

    30 Ottobre 2014 - 12:12

    Datelo pure l'ufficio con vista Colosseo,purché sia a loro spese, con tanto di contratto di locazione registrato.Bisogna guardarli in faccia a questi pezzi di merda,e riempirli di botte, ma non preoccupatevi sta arrivando il momento,anche per voi.

    Report

    Rispondi

  • smetre

    30 Ottobre 2014 - 07:07

    ladri bastardi e figli di puttana

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    29 Ottobre 2014 - 19:07

    A Roma c'è una grandissima necessità di costruire nuovi cessi pubblici,

    Report

    Rispondi

    • bruscoloni

      bruscoloni

      30 Ottobre 2014 - 09:09

      E' per caso un incontinente?

      Report

      Rispondi

  • RULI5646

    29 Ottobre 2014 - 17:05

    E dateglielo poverini ! Primo perché se lo meritano per il grande lavoro che fanno, secondo perché sono convinto che questi uffici se li vogliano pagare con i propri soldi !!! Sono solo dei fanciulloni... dategli un giocattolo nuovo !

    Report

    Rispondi

    • bruscoloni

      bruscoloni

      30 Ottobre 2014 - 09:09

      Il punto è che già lo hanno, ma in edifici affittati dalla Camera e costano un botto. Ai servizi che occorrono ai deputati provvede una società del proprietario degli immobili: la Milano 90, con molti dipendenti. La disdetta dell'affitto farà risparmiare la Camera, ma di fatto priverà del lavoro i dipendenti della Milano 90. Una decisione non facile

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog