Cerca

In piazza

Napoli, protesta contro lo Sblocca-Italia: sassi e petardi contro la polizia

Napoli, protesta contro lo Sblocca-Italia: sassi e petardi contro la polizia

Scontri a Napoli tra manifestanti e forze dell’ordine davanti alla Città della scienza (Bagnoli) dove è arrivato il corteo contro lo sblocca Italia aperto da uno striscione che recitava "Cacciamo il governo Renzi". Lancio di sassi e petardi e contatto fisico tra aderenti ai centri sociali e ai collettivi studenteschi e la polizia. La tensione si è registrata quando il corteo, circa 3mila presenze, è arrivato all’ingresso di Città della Scienza. Già in precedenza, alla porta del Parco urbano di Bagnoli, c’era stato un lancio di petardi. 

La protesta - Alcuni manifestanti, con il volto coperto da caschi e vestiti di nero, hanno provato a forzare il cordone di forze dell’ordine che impediva di entrare nella parte della struttura non danneggiata dall’incendio del 4 marzo di un anno fa. Poi è cominciato il lancio di petardi, una bomba carta e sassi contro polizia e carabinieri, e qualche manifestante ha impugnato delle mazze. Le forze dell’ordine hanno risposto con lacrimogeni. Divelti segnali stradali e rovesciati cassonetti sulla carreggiata. La  delegazione di assessori del Comune di Napoli e i rappresentati del M5S si sono allontanati. Al momento la situazione è apparentemente rientrata, anche se non distesa. Una delegazione dei manifestanti sta dialogando con le forze dell’ordine. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    08 Novembre 2014 - 14:02

    Centri sociali, la peggiore razza dei sinistri, anarcoidi, eversivi di questo nostro disgraziato Paese.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    08 Novembre 2014 - 12:12

    quando il governo si impegnerà a carcerare tutti i componenti dei centri sociali, che sono, tossici, ladri, farabutti, occupanti di case e strutture non loro, sarà sempre troppo tardi. Una bella sventagliata di mer@a di maiale, con colore indelebile, che potesse rimanere visibile per anni, sarebbe il minimo che le forze dell'ordine dovrebbero fare.

    Report

    Rispondi

  • burago426

    07 Novembre 2014 - 18:06

    ma non esce mai di testa un carabiniere o un poliziotto, che nelle manifestazioni si portano un mitra e fa fuoco? Tanto poi potrà dire che non c'era con la testa ed ha avuto un segnale dal cielo come il picconatore. Il fatto che poi ci vanno di mezzo gli altri poliziotti, quelli, dei centri sociali, sono peggio dei fascisti, la fanno subito pagare. Delinquenti dalla nascita.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    07 Novembre 2014 - 15:03

    Cresci Italia, decreto del fare e ora sblocca Italia. 3 anni, 3 decreti uno più inutile dell'altro!

    Report

    Rispondi

blog