Cerca

Alla Fiera di Roma

Abilmente, la mostra delle cose fatte a mano

Abilmente, la mostra delle cose fatte a mano

L’idea di fondo è quella di riunire in un unico, grande “teatro” tutti i prodotti fatti rigorosamente a mano, frutto della creatività, della tradizione ma anche dell'innovazione italiana. Una sorta di rivincita della manualità nell’era del 2.0 e del digitale. Stiamo parlando di “Abilmente”, la mostra-atelier che si terrà alla Fiera di Roma dal 14 al 16 novembre. Sotto un solo tetto sono riunite produzioni di vario tipo: dai tessuti ai filati, dai dolci artistici ai prodotti in carta, dai gioielli ai bijoux. E ci sono anche abiti in fibra di mais naturale, le decorazioni per i vestiti fatte in cartapesta, gli accessori realizzati in origami o vere e proprie opere d'arte come il dipinto La Stanza di Van Gogh rifatto all’uncinetto.

Il cuore pulsante di "Abilmente" sono, infatti, gli Atelier dove si susseguono corsi, mostre e dimostrazioni – sono oltre mille - e nei quali è possibile apprendere i segreti e i trucchi delle varie tecniche manuali. Gli Atelier riguardano la carta, il patchwork, la sposa creativa, il cucito in tutte le sue infinite accezioni, il ricamo, la moda e la colorazione del tessuto con le tinte naturali. Eccellenze italiane che resistono alla crisi e anzi si muovono spesso controvento e in controtendenza, muovendo numeri di tutto rispetto, attraverso figure fortemente caratterizzate e sconosciute ai più. Tra i tanti stand ci sarà quello del “Gruppo Magliuomini”, che si cimenta con il lavoro a maglia portando l'esperienza maturata - fuori dai cliché di genere - in un blog teoricamente tutto al maschile, ma in realtà frequentato anche da donne interessate e divertite dall'idea di istruire e avviare i maschietti al cucito e al ricamo. I numeri, ottenuti anche attraverso il passaparola e l'unione di tanti microcosmi poco conosciuti, sono impressionanti: a Vicenza la mostra ha avuto più di 100mila visitatori, l’interesse internazionale è sempre più forte, gli espositori provenienti da tutti i distretti produttivi italiani e da circa 60 Paesi sono oltre 5300, con i francesi che stanno cercando faticosamente di mettere in piedi un evento simile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog