Cerca

Cattive abitudini

Roma, un'altra grana per Ignazio Marino: beccata la sua auto in divieto di sosta

Roma, un'altra grana per Ignazio Marino: beccata la sua auto in divieto di sosta

A Roma è proprio il caso di dirlo, piove sul bagnato. Non solo per il maltempo, ma anche per le abitudini sbagliate del loro sindaco, Ignazio Marino. Il primo cittadino della Capitale, si fa ribeccare in divieto di sosta e questa volta raddoppia il danno con due auto. Affinchè la sua, oramai, celebre Panda rossa non resti sola in via di Santa Chiara, le viene accostata un'altra vettura bianca sempre riconducibile a Marino. L'episodio denunciato dal consigliere regionale del Lazio, Fabrizio Santori, ai vigili urbani non ha avuto alcun tipo di ripercussione per il sindaco, in quanto a circa mezz'ora di distanza dalla denuncia le due auto sono state immediatamente rimosse e quando i vigili sono giunti sul posto, già non c'erano più.

I precedenti - La Panda è balzata alla cronaca, per diversi episodi che stanno riempendo di gaffe il mandato del politico genoano. Tutto ha inizio qualche mese fa, le foto della sua Panda rossa, parcheggiata e dimenticata in zona riservata al Senato, lui che senatore non lo era più, fanno il giro del web e dei giornali. Successivamente, ad inizio mese l'auto torna protagonista, ad essa sono comminate 8 multe per accesso nella Ztl. Multe per un totale di 640 euro, che ancora non sono state pagate e che il sindaco non ha intenzione di estinguere. Marino infatti ha denunciato una intrusione nel sistema informatico da parte di qualche hacker. Proprio a tal proposito, la sezione reati informatici del Nucleo Investigativo dei Carabinieri, sta eseguendo ulteriori approfondimenti finalizzati a ricostruire il caso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 13 Novembre 2014 - 15:03

    nessuna simpatia per lui, ma non sarebbe il caso di smetterla di "pompare" un caso così misero ? Pensate invece a mettere a nudo le malefatte che costano milioni di euro al cirìttadino !!!

    Report

    Rispondi

  • arwen

    13 Novembre 2014 - 12:12

    Quando l'ineffabile sindaco pedonalizzò i fori, atto inutile e estremamente costoso, alle domande dei reporter che parlavano dei disagi che tale scellerato progetto avrebbe portato ai cittadini, ebbe a rispondere: " i cittadini si adatteranno...". Ovvero, per dirla con il Marchese del Grillo: " io so io e voi nun sete un c....". Tale mentalità è, evidentemente, radicata nel primo inutile cittadino

    Report

    Rispondi

  • RULI5646

    13 Novembre 2014 - 11:11

    E dove sta la novità ? I SINISTRI sono sempre stati e sono MAESTRI DI DOPPIA MORALE, dalle piccole alle grandi cose.

    Report

    Rispondi

  • nick2

    13 Novembre 2014 - 11:11

    Avete difeso con le unghie e con i denti la masnada di ladri, mafiosi, corruttori, corrotti, grandi e piccoli evasori fiscali, faccendieri e truffatori che negli ultimi 20 anni hanno portato l’Italia sul lastrico e adesso rompete i coglioni per il sindaco di Roma che parcheggia la SUA Panda (LA PANDA!) in divieto di sosta? Abbiate un po’ di dignità, per favore.

    Report

    Rispondi

    • Bolinastretta

      13 Novembre 2014 - 14:02

      Nick2 lascia perdere costui é indifendibile! non frega a nessuno della sua panda e dove la parcheggia (al di là del fatto che se prende una o più multe se le deve pagare, perchè il primo cittadino é appunto un cittadino e non ropa i coglioni castizzandosi) Comunque, i mie amici romani (che l'hanno votato e pure convinti) sono disperati! ma veramente, incazzati PER I DANNI CHE FA, E IL VOTO BUTTATO

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog