Cerca

Sprechi a viale Mazzini

Matteo Renzi al G20: cinque inviati e cinque troupe Rai per seguire la trasferta in Australia

Matteo Renzi al G20: cinque inviati e cinque troupe Rai per seguire la trasferta in Australia

L'immagine di Matteo Renzi intervistato a Brisbane, Austrialia, durante il G20 la dice lunga sugli sprechi di viale Mazzini. Cinque microfoni Rai assediano il premier. Cinque: uno per ogni testata giornalistica che, senza badare a spese, ha spedito dall'altra parte del mondo il suo inviato e una troupe alla faccia della spending review e della cura dimagrante di tutte le società finanziate dai contribuenti, Rai compresa visto che fu proprio il premier a chiedere immediati sacrifici all'azienda.

La cosa non è passata inosservata e sui social è scoppiata la protesta."La Rai manda 5 inviati (1, 2, 3, Rai News 24, Radio) multi pluralità di informazione? Spreco!!!! Tanto paghiamo noi!!!", tuonano su Twitter. "Rai compiacente, l' uomo si nutre di microfoni e telecamere", si legge. E ancora: "Sprechi Rai. Sotto la bocca di Matteo Renzi in Australia vedo microfono di RaiNews24, Radio1Rai, Tg2, Tg1, Tg3. Ne basta uno". A gettare benzina sul fuoco ci si mette anche Franco Bassanini che, come si legge sul Giornale, rilancia l'interrogativo sull'opportunità della mega-spedizione di inviati Rai nella lontana Australia, una trasferta sicuramente non a basso costo vista la distanza, sia pure per un evento giornalisticamente rilevante come il G20. "5 microfoni Rai per intervistare Renzi a Brisbane in Australia. Spending review?" cinguetta il presidente della Cassa depositi e prestiti. 

Il problema, sottolinea Diana Alfieri, è che è difficile mettere d'accordo le varie testate e convincerle a utilizzare un inviato di un altro Tg oppure il corrispondente Rai (, dopo che da moltissimi anni è invalsa la prassi dell'inviato "personalizzato". E la trasferta del settembre scorso di Renzi negli Stati Uniti - in cui Tg1 e Tg3 riuscirono a mandare i loro inviati, al contrario di Tg2 e Rai News - ha fatto capire quanto sia faticoso modificare questo schema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fracar52

    20 Novembre 2014 - 02:02

    Io vorrei capire cosa fa il Direttore Generale in RAI? Possibile che non abbia potere di di imporre a tutte le testate giornalistiche un modello organizzativo diverso dall'Attuale? Scatenerebbe scioperi immediati contro l'attacco alla libertà di stampa? Perché sono certo che li si andrebbe a finire! Ma cazzo allora ha 3 volte ragione Renzi. Fuori dai coglioni e in culo l'articolo 18!

    Report

    Rispondi

  • spalella

    17 Novembre 2014 - 18:06

    questo miserabile baraccone di scacalli Rai, che vivono non di lavoro ma di Canone e di leccaggio di culo politico, non semtte mai di dare il VOMITO a me cittadino, come anche agli altri immagino... Possibile Sopportare Ancora una politica che usa la Rai come uno zerbino per i disonesti dei partiti e per affliggerci tutti i giorni con le Str...te del Vaticano, un'Altro e Peggior Parassita ?

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    17 Novembre 2014 - 17:05

    questo carrozzone si distingue sempre per i migliaia di giornalisti dirigenti tutti raccomandati e zerbini della politica, il management cambia ogni ora vedi colore del politico di turno ma nulla cambia si continua a scialacquare con sedi regionali, con trasferte, con corrispondenti esteri ,con assunzioni di giornalisti vedi ballaro e che tempo fa con regali importanti a politici etc complimenti

    Report

    Rispondi

  • fossog

    17 Novembre 2014 - 15:03

    ma la ''Bestia'' Rai non doveva Diminuire di 500 milioni il suo Budget ? Oppure Spende a Credito sperando di truffare il Canone sulla bolletta di SERVIZIO Enel ? pagare una bolletta di Servizio Elettrico che comprende una Truffa per Qualcosa che ''Forse'' si Usa... INFATTI LA RAI NON LA SEGUO PER PRINCIPIO. Questa è la peggiore truffa mai escogitata dai tanti governi di ladri italiani.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog