Cerca

ATA TENSIONE

Milano, sgombero del centro sociale: guerriglia in zona Corvetto

Milano, sgombero del centro sociale: guerriglia in zona Corvetto

Alta tensione a Milano. Cariche delle forze dell’ordine e lancio di fumogeni nel corso di uno sgombero del centro sociale "Corvaccio squat" e dello "spazio anarchico occupato Rosa nera", in via Ravenna 40 e via Pomposa, zona Corvetto, periferia sud della città. Gli agenti hanno anche lanciato lacrimogeni, gli antagonisti pietre e incendiato cassonetti. Poi diversi antagonisti sono saliti sul tetto per opporsi allo sgombero. Fin dalla mattina presto una cinquantina di antagonisti si erano riuniti in via Ravenna per contrastare l’azione di sgombero attuata dalle forze dell’ordine. I manifestanti hanno iniziato a erigere delle barricate utilizzando i cassonetti della nettezza urbana, a cui poi hanno dato fuoco scagliando pietre contro la polizia, mentre altri salivano sui tetti. Gli agenti usando i lacrimogeni hanno poi disperso i manifestanti. Dopo una serie di cariche la situazione in via Ravenna e via Pomposa si è tranquillizzata. Sul posto le forze dell’ordine continuano a presidiare le attività di sgombero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frabelli

    18 Novembre 2014 - 19:07

    Diamogli da occupare un braccio di San Vittore!

    Report

    Rispondi

  • nordest

    18 Novembre 2014 - 16:04

    C'è solo un rimedio per sistemare questa faccenda: usare un lancia fiamme sulle case occupate dagli abusivi

    Report

    Rispondi

  • scorpione2

    18 Novembre 2014 - 12:12

    fatevi un giro nei quartieri popolari di milano,ce solo da vergognarsi come sono ridotte le case popolari,case di quasi 80 anni,senza mai essere restaurate,vivono nel degrado e per di piu' vengono presi a manganellate chi le occupa abusivamente

    Report

    Rispondi

  • scorpione2

    18 Novembre 2014 - 12:12

    e' tutto organizzato per creare caos politico,ma lo sapete che a milano tra le case dell'aler e quelle del comune ci sono circa 7.000 vuote,fatevi un giro tra i quartieri delle case popolari e troverete tanto di quel degrado e non parlo solo degli abitanti,ma delle strutture vecchie e fatiscenti, i quartieri sono stati abbandonati al loro destino,non fanno ristrurazioni esterne,

    Report

    Rispondi

    • plaunad

      18 Novembre 2014 - 18:06

      E allora? Cosa c'entra questo?

      Report

      Rispondi

    • perlapeppa

      18 Novembre 2014 - 16:04

      Prova a dare una mano di restauro tu , ci sono tante vecchiette minacciate dai tuoi amici vergognati

      Report

      Rispondi

blog