Cerca

L'inchiesta

Caso Ceste, un mitomane ai carabinieri: "Ecco tutte le mie chat con Elena"

Caso Ceste, un mitomane ai carabinieri: "Ecco tutte le mie chat con Elena"

"Ho importanti rivelazioni su Elena Ceste: eravamo diventati amici su una chat, ci sentivamo spesso al telefono". Un uomo di 38 anni, geometra sposta e incensurato si presenta ai carabinieri di Asti e mostra le conversazioni via chat che avrebbe avuto con una certa EleAsti. Sono false.  Si tratta di un mitomane che - come riporta La Stampa - ha costruito ad arte le conversazioni. "Volevo dirti che grazie a te ho trovato il coraggio di dirgli che voglio lasciarlo. Ho copiato i messaggi su una memory card, se ne è accorto ed è diventato un mostro. Mi ha strattonata fino a farmi cadere".  Nella chat c'erano i problemi di coppia ma anche problemi con i figli. in un'altra conversazione si legge: "Ciao Vito ti scrivo qui perchè il telefono è scarico, oggi sono andata dal medico il bimbo aveva male alla gola sono tornata poco fa, tu dove sei". Il geometra spiega: "Parlavamo di tutto ma non ci siamo mai visti, ho capito che stava male, che aveva paura". Di chi? Del marito, ovvio. 


La confessione - Dopo due ore però il geometra crolla e confessa: "Mi sono inventato tutto, non ho hai avuto contatti con Elena Ceste. In questo periodo sono depresso, volevo diventare ospite dei talk in tv che si occupano ogni giorno del caso, volevo fama e visibilità.  I carabinieri interrompono lo indagano per false comunicazioni al pm e falsificazione del contenuto di comunicazioni informatiche. Si era già messo in contatto con una rete tv.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vaimo

    19 Novembre 2014 - 19:07

    La colpa è di quei programmi demenzial-popolari come quello della D'Urso che martellano in continuazione sulle stesse notizie e cercano in continuazioni degli scoop incredibili.

    Report

    Rispondi

    • veronicacanossa

      07 Febbraio 2015 - 09:09

      hai ragione! ho pensato subito la stessa cosa.... ma comunque resta un demente per conto proprio!

      Report

      Rispondi

  • ilsereno

    19 Novembre 2014 - 17:05

    Basta! Le tv con le loro giornaliste/i hanno fatto strame di questa storia sostituendosi agli investigatori rivoltando così la povera vittima e suo marito come un calzino. Se lo stesso marito è colpevole ce lo dirà la magistratura. E poi tutte quelle persone senz'alcun titolo parlano a vanvera e condannano.

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    19 Novembre 2014 - 13:01

    la crisi porta a fare questo, i Talk show pagano, forse era meglio andare a riferire tutto a Giallo, gli sarebbe andata meglio.

    Report

    Rispondi

  • aldopastore

    19 Novembre 2014 - 13:01

    Questo é quello che insegna quel rifiuto della televisione, sia Rai che Mediaset. Ma è il minimo. Figuratevi i segni che possono lasciare sui giovanissimi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog