Cerca

La decisione

Chiara Rizzo, la moglie di Amedeo Matacena è libera

Chiara Rizzo, la moglie di Amedeo Matacena è libera

Dopo aver scontato centonovantadue giorni di detenzione Chiara Rizzo, la moglie di Amedeo Matacena, è libera. Il Tribunale di Reggio Calabria ha accolto l’istanza dell’avvocato Bonaventura Candido e le ha revocato i domiciliari. Con l’obbligo però di dimora, a Messina. Chiara Rizzo è accusata dalla procura distrettuale di Reggio Calabria, insieme all’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola, di "essersi adoperata per favorire la latitanza" di suo marito, l’ex parlamentare di Forza Italia e armatore Amedeo Matacena. Attualmente latitante a Dubai con alle spalle una sentenza di condanna definitiva a tre anni di reclusione per concorso esterno in associazione a delinquere. Chiara Rizzo ha voluto festeggiare le prime ore di libertà assieme ai suoi cari. Sedici e trenta di ieri, bar Irrera, piazza Cairoli, Messina. Al tavolo con lady Matacena la signora Giulia, sua madre, Rossella, l’amica del cuore, la cugina Daniela e la zia Rosetta. Un drink alla frutta, per brindare "a una nuova vita". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    19 Novembre 2014 - 22:10

    Scajola usa molto bromuro (anche non ci sembri molto arrapante) e metti i neuroni a riposo. Cazzone lo sei, non peggiorare la tua situazione.

    Report

    Rispondi

  • bruscoloni

    bruscoloni

    19 Novembre 2014 - 18:06

    Scommetto che il tutto è avvenuto ad insaputa di scajola

    Report

    Rispondi

blog