Cerca

Giustizia all'italiana

Patteggiano tutti, in carcere non va nessuno
Così finisce lo scandalo mazzette di Expo

Patteggiano tutti, in carcere non va nessuno
Così finisce lo scandalo mazzette di Expo

Scandalo. Vergogna. Indignazione. Prime pagine dei giornali. Tanto rumore per nulla. Perchè l'ultima infornata di tangenti, quella legata alle opere per l'Expo che si terrà nel 2015 a Milano, è finita coi soliti tarallucci e vino. Primo Greganti il compagno G delle mazzette targate Pci ai tempi di Tangentopoli, l'uomo della Dc Gianstefano Frigerio e l'ex senatore Pdl Luigi Grillo hanno infatti patteggiato la pena: il primo, Graganti, 3 anni di carcere e 10mila euro di risarcimento, Frigerio 3 anni e 4 mesi, Grillo 2 aanni e otto mesi oltre a 50mila euro di risarcimento. E nessuno dei tre, che comunque hanno trascorso sei mesi di detenzione ai domiciliari, finirà in carcere nonostante siano tutti recidivi. Dai reati dello stesso tipo precedentemente commessi ad oggi sono passati molto più di quei 5 anni che per la legge sono un’aggravante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    29 Novembre 2014 - 10:10

    Nessun commento populista e opportunista dal Premier su questa nefandezza giudiziaria?

    Report

    Rispondi

  • lory.franzy

    29 Novembre 2014 - 09:09

    Che vergogna!!!!! ... sono disgustata mi viene voglia di andarmene dall'Italia per sempre!

    Report

    Rispondi

  • alvit

    29 Novembre 2014 - 08:08

    e aspettarli fuori no...una bella ripassata e vedrai che la grana la tirano fuori. Certo che il kompagno g è una bella faccia di kulo, ha continuato a rubare ed ha sempre il sorrisino stampato sul faccione komunista. Se ha dei figli, una moglie, una madre e dei parenti, questi esseri mantenuti da questo ladro, non desiderano sparire dalla faccia della terra? Komunisti di mer@@.

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    29 Novembre 2014 - 06:06

    Che paese de merda ma quando sarà che il popolo bue si sveglia e andrà a Roma a buttarli giù dalle finestre

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog