Cerca

Il dramma

Salerno, ecco il delitto social: uccide l'ex moglie e lo scrive (insultandola) su Facebook

Salerno, ecco il delitto social: uccide l'ex moglie e lo scrive (insultandola) su Facebook

Un dramma familiare che ha trovato il suo epilogo su Facebook: è quanto accaduto a Postiglione, paese del Salernitano, dove Cosimo Pagnani, 32 anni, ha ucciso l'ex moglie Maria D'Antonio, 34 anni, con numerosi fendenti all'addome. Non contento, l'uomo ha scritto su Facebook queste parole: "Sei morta troia". Il suo post, che non è stato ancora rimosso,  aveva nella prima mattinata di oggi, luned' primo dicembre 303 condivisioni e 234 "like" 

La vicenda - Pagnani è stato subito catturato dai militari di Eboli, ed è stato trasportato in ospedale per una ferita al ginocchio, che si sarebbe procurato nel corpo a corpo che ha preceduto l'assassinio: tuttora è sorvegliato dagli agenti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo ha bussato a casa dell'ex moglie per discutere di vicende legate alla loro figlia, ma la discussione è sfociata in tragedia: da fuori si sono sentite le urla, poi lui ha afferrato un coltello usato per i lavori agricoli, e l'ha colpita più volte.

Resta da stabilire se il post sia stato scritto prima o dopo l'omicidio: nel caso sia stato scritto prima, l'accusa di omicidio volontario si trasformerebbe in quella di delitto premeditato. Sicuramente il rapporto tra i due ex coniugi si era logorato nel corso del tempo: Pagnani era stato denunciato da Maria D'Antonio nello scorso maggio, perché aveva portato la figlia con sé in Germania, senza averne l'autorizzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog