Cerca

Lettera a Repubblica

Veltroni: le colpe di una politica ridotta a tessere

Veltroni: le colpe di una politica ridotta a tessere

"Per tutti noi, che, fino ad allora, lo abbiamo conosciuto e abbiamo lavorato con lui è stato uno choc sapere del suo arresto e del suo coinvolgimento negli anni successivi in una storia terribile di intreccio tra criminalità, politica e affari". Walter Veltroni parla di Luca Odevaine, suo vice capo di gabinetto quando era sindaco di Roma, e ora arrestato nell'inchiesta Mafia Capitale. E lo fa in una lettera a Repubblica. Scrive che Odevaine sembrava una persona perbene: "E' stata, in quegli anni, tra le persone più impegnate sul fronte della lotta all'abuso e alla illegalità diffusa. Con lui e con gli assessori abbiamo abbattuto 510 mila metri cubi di costruzioni illegittime, compresi faraonici alberghi e insediamenti di abusivi come al Celio e a Tor di Nona, che liberammo dalla criminalità". 

Mai un sospetto - Insomma, un insospettabile. "Nessuno mai ci ha riferito dubbi o voci sulle sue azioni", continua Veltroni. "Se i sette anni successivi hanno fatto un'altra persona o se in quegli anni stessi ce ne era un'altra nessuno di noi, amministratori o vertici delle forze dell'ordine o giornalisti che lo hanno conosciuto, ovviamente lo ha mai percepito". Il resto "è l'orrore di un sistema politico e mafioso che ha sempre cercato di allungare le sue mani sulle città". "E' la crisi di una politica ridotta a tessere, correnti, potentati, preferenze e deprivata della sua ragione e del suo senso"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ro_by11

    11 Dicembre 2014 - 20:08

    esistono i casellari giudiziari !!!

    Report

    Rispondi

  • albatros57

    08 Dicembre 2014 - 18:06

    E tu dove eri. Cosa ci stavi a fare, solo a guardare filmetti e fare debiti? I care!!!! Certo che potevi fare qualche cosa: tenere gli occhi aperti!!!!!!!! e circondarti di persone fidate e fedeli, non baggiani di partito. Comunque caro Veltroni, resta il fatto che tu eri incaricato anche di sorvegliare, perché vedi, i soldi sputtanati, compreso il tuo stipendio, erano i nostri!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • gerrycat

    08 Dicembre 2014 - 11:11

    il porroso vuole diventare presidente della repubblica! Vergognati! ha la coda di paglia!

    Report

    Rispondi

    • ro_by11

      11 Dicembre 2014 - 20:08

      spero di no é un bombarolo fedina penale sporca come la sua faccia di merda ha lanciato bomba alla bussola capodanno bussola nel 68

      Report

      Rispondi

  • MOSTRAZZI

    08 Dicembre 2014 - 10:10

    Ma quando ci va (definitivamente) in Africa?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog