Cerca

Dopo Napoli e Bari

Milano: debutta oggi al Niguarda il "pronto soccorso del sesso". Ecco come funzionerà

Milano: debutta oggi al Niguarda il "pronto soccorso del sesso". Ecco come funzionerà

E' aperto oggi, all'ospedale Niguarda di Milano, un pronto soccorso decisamente "particolare": è infatti dedicato al sesso. Si tratta di un nuovo ambulatorio dedicato al benessere di lui e lei, in cui urologi e ginecologi si mettono insieme per aiutare a ritrovare la serenità e la complicità nei "menage" messi a dura prova da disturbi intimi. L'iniziativa è promossa dalla Società italiana di urologia (Siu) e dall’Associazione ostetrici ginecologi italiani (Aogoi). 

Cosa sarà possibile fare - Nel nuovo pronto soccorso del sesso, sarà possibile effettuare sos di coppia, ticket, cartelle cliniche e terapie "di coppia", e cioè unici per lui e per lei. Il pronto soccorso per problemi a due sbarca nella metropoli lombarda dopo il debutto di due centri gemelli a Napoli e Bari. In una Regione in cui "circa 1 coppia su 5 - secondo le stime degli esperti - sperimenta una crisi sotto le lenzuola dovuta a disturbi intimi". Circa 120 mila rapporti sono a rischio infedeltà e rottura. Migliaia i matrimoni bianchì e un 20% le separazioni: ecco i pazienti che potrebbero essere "soccorsì" nell'Emergency room del sesso.

I numeri - Come hanno assicurato gli specialisti durante la presentazione del nuovo servizio, piccole infezioni o banali malattie dell’apparato genitale bastano per mandare in tilt la coppia. Per lui problemi di erezione o di "eccesso di velocità" e per lei di orgasmo e di dolori durante il rapporto. Secondo gli esperti, difficilmente la responsabilità è di uno solo dei partner, perché i disturbi sessuali "viaggiano insieme". E circa 1 milione di donne, e un numero pressoché pari di uomini lombardi, vi fanno i conti. Se da un lato, infatti, oltre 200 mila maschi sono alle prese con problemi di disfunzione erettile, circa 400 mila con eiaculazione precoce, circa 100 mila con calo del desiderio, sul fronte femminile sono intorno a 400 mila le donne che soffrono di anorgasmia, circa 100 mila di vaginismo, circa 200 mila di vaginismo e dolore alla penetrazione, 300 mila di disturbi del desiderio.

"Problemi di entrambi i sessi" - Le porte dell’ambulatorio, spiega Aldo Bocciardi, direttore del reparto di Urologia del Niguarda, "saranno aperte alle coppie etero, visto che è prevista la presenza di urologi e ginecologi, e il servizio è tagliato per affrontare problemi di entrambi i sessi". L'attivazione non graverà sulle tasche dei cittadini in termini di costi, spiegano oggi al Niguarda, e sarà improntata all'ottimizzazione e alla riorganizzazione delle risorse. E la presa in carico del paziente coppia consentirà di utilizzare al meglio le novità terapeutiche nel campo delle problematiche sessuali, prima tra tutte la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce. Tutte le informazioni sulle attività dell’ambulatorio, che sarà aperto per cominciare un giorno al mese e debutterà con le visite per due da gennaio, sono disponibili sul sito "dipartimentibenesserecoppia.it" e saranno diffuse informazioni sul territorio anche attraverso la distribuzione di opuscoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto19

    roberto19

    26 Dicembre 2014 - 16:04

    Tutta colpa della crisi ... ormai s'inventano di tutto per campare!

    Report

    Rispondi

blog