Cerca

Scomparsa da 40 giorni

Trovato il cadavere della Prof scomparsa L'assassino l'ha uccisa dopo averla stuprata

Trovato il cadavere della Prof scomparsa L'assassino l'ha uccisa dopo averla stuprata

E' stato trovato stamattina il corpo di Gilberta Palleschi, l’insegnante di 57 anni scomparsa nel nulla lo scorso 1 novembre, e di cui non si erano più avute notizie. Il corpo è stato trovato nel frusinate, in fondo ad un precipizio alto circa 100 metri tra i boschi del Parco Nazionale d'Abruzzo, ed è stato recuperato dai vigili del fuoco. Un uomo, un muratore originario di Sora, è stato fermato dai carabinieri, per l’omicidio e l’occultamento del cadavere della donna: ha già confessato, e ha condotto lui stesso i militari in località Carpello, nel Comune di Campoli Appennino, dove è stato ritrovato il cadavere dell'insegnante. Secondo l'accusa, l'uomo ha ucciso a calci e pugni la donna, che aveva reagito ad un tentativo di stupro: in seguito ha occultato il cadavere, e il giorno dopo è tornato sul luogo dove aveva nascosto il corpo della Palleschi, tentando di avere un rapporto sessuale. Il corpo della donna è stato rinvenuto a circa quattro km dal luogo della scomparsa.

Le ricerche - Il procuratore capo Mario Mercone ha dichiarato: ''Il cerchio è chiuso, l'omicidio è stato risolto. Si tratta di una pagina nera per la prevenzione dei reati sulle donne''. Le ricerche di Gilberta Palleschi si erano concentrate prima sul percorso da jogging della donna, dove erano stati ritrovati una scheda sim, un bracciale spezzato, delle cuffiette e un mazzo di chiavi, e nelle acque del fiume Fibreno. Poi i carabinieri avevano esteso il raggio d'azione, non escludendo nessuna pista: dall'aggressione all'investimento stradale. La famiglia aveva deciso anche di fissare una ricompensa di ventimila euro per chiunque avesse dato notizie sulla donna, che era conosciuta e stimata da tutti anche per il suo incarico regionale nell'Unicef.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    11 Dicembre 2014 - 00:12

    Sedia elettrica a bastardi criminali come questo

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    10 Dicembre 2014 - 19:07

    Un vero squilibrato, un cannibale, un mostro lombrosiano. Sto iniziando a cambiare opinione sulla pena di morte. Per certi individui il carcere non può operare alcuna risocializzazione.

    Report

    Rispondi

  • mab

    10 Dicembre 2014 - 17:05

    E adesso vediamo quali attenuanti concederanno a quello schifoso figlio di schifosi !!!!!

    Report

    Rispondi

    • colombinitullo

      10 Dicembre 2014 - 18:06

      ci sarà qualcuno che sentenzierà: disagio sociale... abbiamo già visto questo film.

      Report

      Rispondi

blog