Cerca

Le malefatte del boss

Mafia Capitale, scarica e consulta il certificato criminale di Massimo Carminati

Massimo Carminati

Un certificato penale lunghissimo, che inizia nel 1988 e colleziona una serie di condanne, tutte però abbuonate da condoni o indulti. È il curriculum criminale di Massimo Carminati. Nella banca dati del casellario giudiziale si trovano reati come rapina, detenzione illegale di armi e munizionui e porto illegale di armi, violenza privata, lesioni personali. Un elenco che porta a multe, condanne e pene accessorie, cancellate poi dagli atti di clemenza periodicamente approvati dal Parlamento italiano.

Proprio ieri Carminati è stato trasferito da Roma al carcere di massima sicurezza di Tolmezzo, in provincia di Udine. Secondo gli investigatori il carcere di Rebibbia è incompatibile con la caratura e la storia criminale-territoriale degli indagati in Mafia capitale. Carminati è ristretto in regime di alta sicurezza, lo stesso a cui era sottoposto a Roma. Ieri sera non era ancora noto se dividesse la cella con altri detenuti o se sia rinchiuso da solo. Negativo il commento dell’avvocato di Carminati, Giosuè Bruno Naso: «Prendiamo atto di questo trasferimento che inevitabilmente finisce per limitare il diritto di difesa perchè rende difficile il dialogo tra un indagato e il suo avvocato».

Scarica e consulta il certificato criminale di Carminati

- Parte 1

- Parte 2

- Parte 3

- Parte 4

- Parte 5

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • robertosforza

    14 Dicembre 2014 - 19:07

    Fa venire il mal di testa. Ringraziamo tutti il boia scalfaro

    Report

    Rispondi

  • blues188

    14 Dicembre 2014 - 18:06

    Ma la si deve finire di mandare i terroni al Nord, dove diffondono la loro mentalità velenosa!!! Teneteveli al Sud, fateli lavorare duramente, lasciandoli a pane e acque per intere settimane. Basta ne abbiamo le palle piene di terroni lavativi e scansafatiche!!!

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    14 Dicembre 2014 - 17:05

    Carminati nonostante le numerose condanne grazie a sconti e condoni era fuori,libero grazie ai buonisti del c....o .,con la scusa che ,i galeotti,sono persone da recuperare .Certi delinquenti che hanno di nuovo commesso reati dimostrano che vogliono continuare a delinquere e sono irrecuperabili. Chi gli h a concesso il condono o la grazia dovrebbe finire in carcere per tanti anni.

    Report

    Rispondi

blog