Cerca

I Giochi del 2024

Olimpiadi, Renzi annuncia la candidatura di Roma. Ecco tutte città coinvolte

Olimpiadi, Renzi annuncia la candidatura di Roma. Ecco tutte città coinvolte

L'annuncio l'ha fatto durante l'assemblea del Pd. Dopo mesi di lavoro sottotraccia insieme al presidente del Coni Giovanni Malagò, Matteo Renzi esce allo scoperto e anticipa quello che succederà oggi durante la cerimonia di consegna dei Collari d'Oro al merito sportivo: Roma sarà candidata ai Giochi Olimpici del 2024. "Compatibilmente con la flessibilità che è stata adottata dal Cio attraverso le nuove norme approvate a Montecarlo questa settimana, finalmente possiamo sognare in grande tutti insieme: il Coni, il Governo, Renzi e l'Italia", conferma soddisfatto Malagò alla vigilia dell'annuncio al Foro Italico. Anche se a candidarsi sarà la Capitale, i nuovi criteri stabiliti dal Cio, oltre a rendere le future olimpiadi più sostenibili a livello economico (la faraonica edizione di Pechino 2008 è ormai un ricordo), offriranno una maggiore flessibilità al Paese ospitante che potra' dislocare le diverse discipline in varie città. "Le parole di Renzi rendono orgoglioso lo sport italiano - aggiunge il numero uno del Coni -. Domani sarà un giorno importante per tutti, per Roma, per Napoli, per Firenze, per la Sardegna, ma anche per il Nord Italia che ha in Milano un punto di riferimento irrinunciabile".

Le città coinvolte - Ecco allora che insieme alla Capitale si candida anche Torino, Verona, Venezia, Napoli, Palermo e Bari per il calcio; Milano e Bologna per il basket, la Sardegna per la vela; Firenze per la pallavolo e il pugilato; Napoli per la pallanuoto. In queste città si svolgeranno solo le fasi di qualificazione e non saranno assegnate medaglie. Nel settembre 2017, a Lima, si saprà se il sogno olimpico potrà diventare realtà. Ma prima ci sarà da lavorare molto. L'inchiesta 'Mafia Capitale' che ha scosso la politica romana rischia, infatti, di far partire questa candidatura già zoppa. Il compito del Governo e del Coni sarà quello di renderla il più trasparente possibile e di convincere gli stessi italiani che riportare i Giochi in Italia dopo 64 anni è un'opportunità di sviluppo e "uno spot per il Paese". Alla faccia dell'ex premier Mario Monti che due anni fa stoppò la candidatura del 2020 perché troppo onerosa. E non è un caso che domani, a Palazzo H, saranno presenti diversi membri dell'Esecutivo, tra cui ovviamente il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo sport Graziano Delrio che sta studiano i conti per la fattibilità del progetto olimpico del 2024. Del resto le cose sono cambiate: occorrono meno soldi per organizzare i Giochi. Si parla di 5-6 miliardi ai quali vanno sottratti i contributi del Cio, circa 2 milioni che diventa parte integrante del comitato organizzatore.

Il commento di Salvini - Non è d'accordo, con la candidatura olimpica, il segretario della Lega Matteo Salvini. Ecco il suo tweet sull'argomento:

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alepredo

    17 Dicembre 2014 - 14:02

    Propone tanto per far dimenticare la vergogna di "MAFIA CAPITALE".

    Report

    Rispondi

  • gianc46

    gianc46

    16 Dicembre 2014 - 10:10

    A parte gli sprechi e le brutte figure che faremo sicuramente (vedere le grandi opere tipo Mose ed Expo )quello che preoccupa è il dopo olimpiade.Avremo strutture,eccetto gli stadi,che saranno inutilizzabili perchè costerebbe troppo mantenerli (vedi olimpiadi invernali di Torino che ha strutture in completo degrado ) .

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    16 Dicembre 2014 - 09:09

    Ci voleva proprio una bella "testa di condominio" per candidare l'Italia e roma come sede per le olimpiadi,, dopo tutto quello che è successo e sta succedendo (non solo a roma).

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    15 Dicembre 2014 - 20:08

    Egr.sig.Presidente nel consiglio di amministrazione e come dirigenti ci vorrebbe gente preparata e capace con alle spalle precedenti esperienze quindi consiglio i nomi di: Penati, Fiorito, Carminati, Buzzi e tutti i vecchi dirigenti Expo se mancano espertii si possono cercare tra i gli scranni dei consigli regionali !!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog