Cerca

Feste di coppia

Italia, Natale all'insegna delle coccole: ecco cosa desiderano gli italiani sotto l'albero

Italia, Natale all'insegna delle coccole: ecco cosa desiderano gli italiani sotto l'albero

Arriva il Natale e nonostante la crisi ciò a cui davvero non si rinuncia è un pensierino al proprio partner; fidanzati o compagni per la vita che siano il regalo da far loro è il più difficile da scegliere. Chilometriche passeggiate a cercare il giusto oggetto, ore a telefono per cercare di carpire quel dettaglio rivelatore, indagini tra amici e parenti, sacrifici economici annuali per poi dilapidare le proprie tasche, il tutto per regalare quasi sempre ciò che non piacerà ma che verrà accettato comunque per amore.

Lo studio - Ecco perché alla fine non sorprende quanto emerge da uno studio realizzato da Antica Gelateria del Corso per il quale quasi 7 italiani su 10 questo Natale desiderano ricevere come unico regalo, tante coccole; più precisamente il carezze (64%), abbracci (57%), baci ( 54%). Sorprende invece scoprire chi tra uomini e donne è più desideroso di coccole: proprio il mondo maschile col 58% rispetto al 42% di quello femminile. Le tenerezze aiutano a staccare la spina, rilassarsi, inoltre permette di combattere le incomprensioni di coppia, dà sicurezza ed accresce il senso di stabilità della relazione. Il 47% degli italiani preferiscono la mattina appena svegli come momento idele per le coccole; il 39% alla sera e per il retante 14% un momento vale l'altro. Ma ci si può coccolare anche col cibo ed ecco perché rientrano nel sondaggio anche i dolci. Tra questi anche il gelato, generalmente collegato al caldo, ha superato questi limiti; c'è infatti chi non vi rinuncia nonostante il forte freddo.

L'analisi - La stabilità economica resta comunque la prima necessità degli italiani che subito dopo però, desiderano momenti di tenerezza e serenità familiare. Lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Sant' Agostino di Milano dichiara: "La gente è stanca di affidarsi al materiale, al rituale del frivolo, della vita patinata. Nel periodo che precede le feste, la gente si aggira nei negozi smarrita. Le coppie cercano serenità, e molto di più a Natale, e il tempo del consumismo come “autoaffermazione” non esiste più. Le cose semplici, autentiche, gli abbracci e le risate diventano di primaria importanza. La gente sta cercando nei negozi questi prodotti che però sono solo nelle loro case, nelle loro famiglie". "Le coccole alimentano una reazione neurobiologica nel nostro cervello che sostiene la cooperazione, l'accudimento reciproco e l'intimità – afferma ancora lo psichiatra Michele Cucchi - Il mondo, oggi, è un ambiente molto competitivo, in cui si rischia di vedere tutto come una sfida senza alleati, anche nella propria squadra; viviamo in una società in cui l'intimità è spesso fatta di un sesso fisico, testosteronico, più che sublimazione della coppia. Recuperare il tempo e la dimensione delle coccole sarebbe importantissimo: dobbiamo riscoprire il piacere della condivisione".

La top ten delle coccole - Ecco la classifica nel dettaglio: una carezza (64%), un abbraccio (57%), un bacio (54%), una fetta di panettone o altro dolce natalizio in genere (41%), un gelato (39%), una passeggiata (38%), un massaggio (32%), attenzioni inaspettate (28%), scaldarsi sotto una coperta sul divano  (25%), guardare i film di Natale in tv (19%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog