Cerca

Regalo di Natale

Il sindaco di Padova Bitonci cancella 112mila multe

Il sindaco di Padova Bitonci cancella 112mila multe

Se a Milano il sindaco Giuliano Pisapia martella i cittadini a colpi di multe, a circa duecento chilometri c'è un sindaco che le cancella. Si tratta, come riporta il Corriere della Sera, del primo cittadino di Padova, il leghista Massimo Bitonci, che ha deciso di "graziare" decine di migliaia di automobilisti indisciplinati. L’ex senatore leghista, infatti, ha stabilito di «abbonare» le ben 112.421 multe elevate, dal 3 novembre scorso, tramite gli 8 autovelox fissi collocati lungo le tangenziali cittadine dove il limite di velocità è di 90 chilometri all’ora, ma dove tantissimi, padovani e non, sono stati beccati a procedere a velocità superiore. Sicuramente, un gradito regalo di Natale per quanti sono incappati negli occhi elettronici. "Le telecamere hanno sanzionato in media 2.200 automobilisti al giorno. Numeri enormi, che mi hanno convinto a prolungare il periodo di pre-esercizio fino al prossimo 31 dicembre" ha spiegato Bitonci. "Ma dal primo gennaio 2015 saremo inflessibili".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franco945

    franco945

    29 Dicembre 2014 - 11:11

    Non conosco la vostra tangenziale. Guardando la mappa sembra non esserci nulla che giustifichi un limite di velocità restrittivo (illegale). Sapete quanto costano 8 velox? e chi sta in strada a curare l'inciviltà al posto dei vigili accertatori? Comunque ogni popolo, da Palermo a Trento, ha il governo che merita. Infatti "Quando è grande il disordine sotto il cielo, la situazione è eccellente"

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    27 Dicembre 2014 - 20:08

    E' nato un nuovo principe plenipotenziario,tutto può,Egli è la Legge. Le Multe di prova? ...Banana repubblic!

    Report

    Rispondi

  • Chry

    24 Dicembre 2014 - 09:09

    Che schifo, quest'uomo farebbe regali pure alla criminalità

    Report

    Rispondi

  • blues188

    24 Dicembre 2014 - 08:08

    Se le leggi sono a scapito della giustizia e sono oppressive, sono leggi altamente ingiuste. Ergo non è necessario né consigliabile ubbidire. Però se i tipi come selenikos amano le imposizioni di uno Stato che furoreggia diventando una dittatura verso i propri schiavi, le rispetti lui, senza consigliarle ad altri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog