Cerca

Tranello

Wangiri, l'ultima truffa col cellulare

Wangiri, l'ultima truffa col cellulare

Una chiamata persa può svuotarci il credito sulla scheda del nostro cellulare. Quando ricevete una chiamta da un numero che non conoscete e vitate di richiamare perchè potrebbero scattare tariffe premium che vi costerebbero circa 1 euro e 50 centesimi al minuto. Bastano pochi minuti al telefono e la scheda si svuota. Potrebbe essere una ping call , la nuova truffa telefonica che si limita appunto a uno squillo. Basta richiamare per spendere decine di euro per pochi secondi. E l’Italia sarebbe la patria del boom di queste nuove truffe telefoniche.

La truffa - La telefonata può arrivare a qualunque ora, anche nel cuore della notte. È un numero come un altro, ma sconosciuto alla vittima. Comincia spesso con +373. Di solito dura appena un breve squillo. Se si fa in tempo a rispondere, si sente la linea cadere. Più spesso la telefonata rimane senza risposta, dentro la memoria del cellulare. Se si richiama il telefonino viene infatti “agganciato” a una tariffa ad alto costo: 1.50 euro ogni 10 secondi. L’utente è incappato in una ping call. Internet abbonda di segnalazioni al riguardo. Centinaia di forum e siti avvertono del pericolo. Su unknownphone. com, come racconta Repubblica, per esempio, si legge: "Un euro e 50 a questi maledetti per sentire un film porno in russo. Ho trovato una telefonata non risposta e ho richiamato". Le associazioni dei consumatori parlano di una “epidemia di truffe”.

Tariffe premium - Le compagnie telefoniche le conoscono tutte per nome: "L’ultima frode è denominata Wangiri — spiegano da Vodafone — in tal caso i truffatori utilizzano un computer in grado di contattare simultaneamente una grande quantità di numeri telefonici in modo casuale. I cellulari di coloro che ricevono questa telefonata, visualizzano sul display una “chiamata persa”. La truffa scatta quando l’utente, in buona fede, ricontatta il numero, che normalmente viene tariffato come numero premium o contiene delle pubblicità". Insomma se volete difendervi dalla truffa leggete qui i consigli da seguire per evitare di passare le feste col cellulare a secco. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto19

    roberto19

    10 Marzo 2015 - 00:12

    Per evitare il problema c'è solo un sistema : attivate il "rifiuto automatico" dei numeri in entrata che non sono già memorizzati nella vostra agenda.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    10 Marzo 2015 - 00:12

    Per evitare il problema c'è solo un sistema : attivate il "rifiuto automatico" dei numeri in entrata che non sono già memorizzati nella vostra agenda.

    Report

    Rispondi

  • ingonofriomaurizio

    29 Dicembre 2014 - 21:09

    il p0roblema è che sono d'accordo con le varie compagnie e si dividono i guadagni illeciti

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      27 Novembre 2015 - 01:01

      Azzeccato in pieno, le compagnie son o tutte d'accordo tra di loro, infatti circa 15 giorni fa avevo il telefonino spento e quando lo accendevo se c'era qualcuno che mi aveva chiamato mi appariva il n° sul telefonino, la sorpresa e che da un po di giorni invece mi arriva il messaggio se vuoi vedere chi ti ha chiamato chiama il n°40920 per sapere chi ti ha chiamato ed e a pagamento senza che mi avv

      Report

      Rispondi

  • ritaleonangeli

    29 Dicembre 2014 - 14:02

    io se li sapessi intercettare gli farei pagare il doppio di quello che deve me e altre persone

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog