Cerca

La tragedia

Norman Atlantic: otto morti, tutti i passeggeri sono stati evacuati

Norman Atlantic: otto morti, tutti i passeggeri sono stati evacuati

Sono stati recuperati tutti i passeggeri a bordo della Norman Atlantic, il traghetto che ha preso fuoco nel mare Adriatico.  I ministri della Difesa, Roberta Pinotti, e delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi annunciano il tragico bilancio 427 persone salvate e 10 vittime. "Sulla Norman Atlantic sono state salvate 427 persone (tra cui 56 membri dell'equipaggio), otto sono i morti, per un totale di 435. Sulla lista d'imbarco i passeggeri erano 478, ma alcuni dei nomi delle persone salvate non figuravano su quella lista. Dunque il porto d'imbarco dovrà ora verificare la corrispondenza delle liste." ha dichiarato Lupi. "Abbiamo evitato un ecatombe", ha affermato oggi in conferenza stampa il premier Matteo Renzi, che ha aggiunto: "Spetta al comandante dichiarare che non ci sia nessuno. Il lavoro della marina, della protezione civile e di tutti è stato davvero impressionante. Esprimo la mia gratitudine e la vicinanza alle famiglie delle vittime". Alle 14.50, anche il comandante della nave ha lasciato la Norman Atlantic: è stato l'ultimo ad abbandonare il traghetto in fiamme. Tuttavia secondo l'edizione online del settimanale greco To Vima, considerato tra i più autorevoli i dispersi sarebbero circa 38 che corrisponderebbero alle persone che mancano all'appello in base alla lista passeggeri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • malcoquattro

    30 Dicembre 2014 - 00:12

    ha fatto più morti di Schettino ?

    Report

    Rispondi

  • routier

    29 Dicembre 2014 - 19:07

    Per ottenere soccorso efficiente ed immediato bastava mandare un radiomessaggio dichiarandosi migranti clandestini in fuga dalla miseria e dalla guerra.

    Report

    Rispondi

  • ryckard56

    29 Dicembre 2014 - 19:07

    se c'erano clandestini a bordo ovvero nei ponti di carico,potrebbero anche essere stati loro ad appiccare l'incendio con sigaretta o fornellino da campeggio che si portano dietro.questo vuol dire che all'imbarco non ci sono controlli anticlandestino che dovrebbero essere fatti d'obbligo.ma forse qualcuno ci guadagna o è la politica permissivista che è colpevole o tutti e due.

    Report

    Rispondi

  • alex333al

    29 Dicembre 2014 - 14:02

    ma quale vicinanza alle famiglie, ma waffankulo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog