Cerca

Tragedia

Napoli, uomo muore dopo un malore: l'ambulanza non può intervenire per le automobili in divieto di sosta

Napoli, uomo muore dopo un malore: l'ambulanza non può intervenire per le automobili in divieto di sosta

Tragedia nella notte a Napoli, nel rione Sanità, dove un uomo è morto colto da malore. Il video, postato su Facebook, mostra le automobili, piazzate in divieto di sosta, che impediscono all'ambulanza di raggiungere la casa in cui si trova l'uomo: la moglie è scesa in strada, piangendo e urlando, affinché qualcuno arrivasse per spostare le automobili. "Non può finire così", ha gridato invano la donna: l'ambulanza non è riuscita a raggiungere l'uomo in tempo. Ce l'ha fatta troppo tardi: sono infatti trascorsi nove minuti tra la chiamata al 118 e l'arrivo dell'ambulanza, con i soccorritori che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 50enne.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oasis77

    31 Dicembre 2014 - 16:04

    Nessun napoletano ha niente da dire a riguardo??!! Proprio nessuno!!?? Colpa dello stato anche sto giro??!? Cioè per una volta che in 9 min arriva un'ambulanza!! Tutti zitti?!! Ah e' vero.. Funziona così: nessuno vede, parla e sente niente.. Le urla strazianti della sig.ra le avete sentite?!? Peggio degli africani.. Siete il peggio del peggio.

    Report

    Rispondi

  • rendagio

    31 Dicembre 2014 - 15:03

    e´ normale che questo sucede a Napoli dove in totale mancanza di rispetto delle regole di vita, fa di questa citta´la piu´ngativa, caro Demagistris , come la metti ?? risposta..ne´muoino tanti , uno piu´uno meno non cambia nulla...

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    31 Dicembre 2014 - 12:12

    Chi controlla se il codice della strada va rispettato? ritengo spetti al corpo vigili urbani. Chi sindaca l'operato dei vigili? Ritengo che il sindaco -magistrato dovrebbe dimettersi immediatamente,se mantiene ancora il senso della giustizia

    Report

    Rispondi

  • oviivo

    31 Dicembre 2014 - 11:11

    La campania è irrecuperabile: Napoli e i napoletani assediati dalla malavita sono ormai prossii alla autodistruzione. Niente e nessuno è in grado di fermare questo percorso catastrofico!!!!

    Report

    Rispondi

    • blues188

      31 Dicembre 2014 - 15:03

      Ma a sentire i napoletani i razzisti siamo noi.. Loro sono eterne vittime e mai colpa alcuna hanno. I vigili (anzi i viggili) vanno capiti: metà di loro sono invalidi, l'altra metà ha destinazioni diverse dal traffico e quelli che rimangono si ammalano un giorno si e l'altro pure. Vogliamo vederli sfiniti per il troppo lavoro?

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog