Cerca

Dramma familiare

Monza, uomo prende a martellate la figlia di 3 anni: "Sentivo delle voci"

Monza, uomo prende a martellate la figlia di 3 anni: "Sentivo delle voci"

Ha afferrato un martello, si è mosso nel buio e con forza ha colpito alla testa, con l'arnese, la figlia di neanche tre anni, ora ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di  Bergamo. È accaduto ieri sera, poco prima di mezzanotte, in un’abitazione in via Robinie a Busnago, comune in provincia di Monza e Brianza. Protagonista un 36enne di origine ucraina, da anni in Italia e titolare, insieme alla moglie sua coetanea e connazionale, di un’impresa di pulizie. "Sentivo delle voci, mi dicevano di colpirla, altrimenti la mia bambina sarebbe morta", si è giustificato l'uomo che è stato arrestato dai carabinieri di Vimercate con l’accusa di tentato omicidio. Per lui, ossessionato da alcuni giorni da queste voci, si sono aperte le porte del carcere di Monza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ketaon_01

    02 Gennaio 2015 - 11:11

    Devi morire. Ergastolo e basta , peccato non ci sia la pena di morte in Italia per gente come te.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    02 Gennaio 2015 - 08:08

    A Padova recentemente un tizio si è strappato gli occhi in una chiesa...Anche lui sentiva le voci.Altra gente sentiva le voci ed ha compiuto delitti a comando...Questo sentire le voci non è normale.Appunto.Basta dire che sono pazzi e tutto va bene.E se fosse qualche esperimento di controllo mentale?A voi i commenti.

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    02 Gennaio 2015 - 00:12

    Che figlio di troia...sentiva le voci lui...a volte mi spiace che il medioevo sia finito

    Report

    Rispondi

  • Yossi

    01 Gennaio 2015 - 15:03

    Li farei sentire anche il suono del calcio in culo

    Report

    Rispondi

blog