Cerca

Sulla Palermo-Agrigento

In Sicilia crolla viadotto inaugurato dieci giorni fa

In Sicilia crolla viadotto inaugurato dieci giorni fa

Sarà che l'hanno finito prima del previsto. Tanto che il presidente dell'Anas Pietro Ciucci, nel consegnare l'opera, aveva enfatizzato l'anticipo del taglio del nastro. Fatto sta che quel chilometro nuovo di zecca sulla Palermo-Agrigento (Statale 121), ha retto per meno di dieci giorni. Il tratto di strada di un chilometro con due viadotti era stato infatti inaugurato lo scorso 23 dicembre, all'antivigilia di Natale. Ben tre mesi prima della consegna prevista per l'inizio di marzo 2015. Evviva. Urrà. E invece no. Perchè il 30 dicembre i tecnici dell'Anas hanno notato i primi smottamenti, decidendo precauzionalmente di chiudere il tratto di strada. E bene hanno fatto, visto che nel giro di poche ore nel manto staradale all'altezza di Mezzojuso si è aperta una crepa, che poi s'è trasformata in un vero crollo di un pezzo di viadotto. In fumo i tredici milioni spesi. Strada chiusa e lavori di ripristino da fare. Renzi tromboneggia: "Chi sbaglia pagherà, è finita l'epoca deigli errori senza padre". Vedremo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    06 Gennaio 2015 - 09:09

    Siamo alle solite:soluzione:individuare corrotti e corruttori,cacciare i primi ,per sempre, dalla politica,sequestro dei beni e condanna per alto tradimento.Per i secondi obbligo di ripristino,condanna al pagamento per danno morale e immagine della nazione,esclusione da tutti gli appalti...Questo però e utopia l'Italia è ....il bel paese dove solo i fessi pagano

    Report

    Rispondi

  • snoopy49m

    05 Gennaio 2015 - 21:09

    Il tragico non sorprende, la riteniamo normale, lo copriamo con una risata e con il solito stereotipo del sud... Non che in Italia si sia ha perso il senso del ridicolo è che l'Italia è una nazione ridicola. Prima nella solidarietà, nel volontariato, nel soccorso ai migranti tutto attività che sono un costo senza incentivare anzi penalizzando le attività che creano ricchezza. Si ridete.

    Report

    Rispondi

    • Karl Oscar

      06 Gennaio 2015 - 12:12

      Stereotipo del Sud?.La ditta appaltata è di Ravenna,semmai stereotipo dell'Italia ...TUTTA

      Report

      Rispondi

  • gregio52

    05 Gennaio 2015 - 13:01

    Ma guarda caso, si parla di una Cooperativa ... e di Ravenna !!! Ponderate gente perché questa è come il nostro Governo. Fra un pò vedremo un crollo senza ritorno dopo questa gestione irresponsabile. Purtroppo si parla sempre di sinistra, la onesta, pura sinistra, quella che non ha mai rubato. Per cortesia, è marcia sino alle midolla ma ha saputo mascherarlo sino ad oggi.

    Report

    Rispondi

  • baffodoro

    05 Gennaio 2015 - 10:10

    Questa volta i mafiosi si sono "autosconfitti" Che figura hanno fatto!

    Report

    Rispondi

    • PACCHE

      05 Gennaio 2015 - 14:02

      Il ponte è stato costruito da un consorzio di coop di Ravenna. Forse ti riferivi alla mafia rossa

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog