Cerca

In strada

Multe a raffica, arriva il telelaser: l'ultima arma dei vigili urbani

Multe a raffica, arriva il telelaser: l'ultima arma dei vigili urbani

Dopo la riduzione dei tempi del "giallo" ai semafori, arrivano nuovi strumenti per beccare gli automobilisti più furbi e sanzionarli a suon di multe. La tecnologia gioca contro l'automobilista che da quando viene "fotografato" dagli autovelox ha imparato a collezionare le sanzioni. Ma come se non bastasse l'autovelox ecco che debutta il "Telelaser ultralight con digicam"  e consente di monitorare la velocità di ogni mezzo. Il nuovo strumento è entrato in azione sulla Pontina e in appena 5 ore gli agenti hanno scattato 220 fotografie di veicoli che procedevano a velocità superiore ai 90 Km/h, con punte di 190 kh/h. 

Gli altri macchinari - Ma la lista dei macchinari elettronici che sanzionano gli automobilisti non finisce qui. In molte città i vigili hanno in dotazione il 'Targa System' : strumento che in pochi secondi è in grado di individuare le automobili senza assicurazione, con la revisione scaduta o rubate. Il Targa System cattura le immagini dei veicoli che viaggiano anche oltre i 90 chilometri orari, e può funzionare anche di notte, con la pioggia e in condizioni di visibilità scarsa. Oltre ai controlli su assicurazioni, revisioni e furti, il sistema segnala anche i veicoli inseriti nelle black-list o sottoposti a fermo amministrativo. A Roma, come racconta motorlife, la Polizia Municipale ha a disposizione anche lo 'Street Control', un super-vigile elettronico capace di fare fino a 6 multe al minuto. Si tratta del dispositivo dotato di telecamera che permette ai vigili urbani di immortalare mezzi privati parcheggiati in modo irregolare o veicoli rubati. "In un minuto di tempo un vigile a piedi con il taccuino scrive un verbale, nello stesso tempo il sistema street control prepara sei multe" ha spiegato la vice comandante dei vigili urbani. 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Delta7

    22 Gennaio 2016 - 14:02

    Ma di questi strumenti loro (quelli del sistema) non saprebbero fabbricare neppure lo chassis esterno: i colpevoli sono ingegneri, tecnici, programmatori, ecc. che per uno stipendio di 1000-2000 euri/mese si venderebbe l'anima al diavolo, si venderebbe la madre e comunque ci vendono tutti quanti noi al 'sistema'.

    Report

    Rispondi

  • jack1997

    22 Gennaio 2016 - 13:01

    chissà quando decideremo di scendere in piazza e di ribellarci, tipo 14 luglio 1789

    Report

    Rispondi

  • totareo

    10 Aprile 2015 - 18:06

    i vigili,i sindaci,presidenti di regione ministro dei trasporti tutti i mezzi per fregare gli automobilisti sono leciti le leggi le fanno loro,mi auguro che prendano atto gli automobilisti sono esasperati potrebbero prendere piede i club del C4 cominciando a far saltare qualcuno.conviene stare attenti. il mio dovere di cittadino non è rispettare la velocità ma garantire le mie stesse libertà

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    19 Gennaio 2015 - 22:10

    Semplice mettano il limite di 30Kmh - ogni 400m - poi un limite di 70 kmh - e via dicendo cosi rimettno a posto iconti dello stato e spremono i cittadini come limoni. Tutti comunisti tutti poveri tutti morti di fame. E' innutile girarci attorno, è essatamente quello che vogliono. Tutti uguali, tutti poveri in fila per il pane. Loro a distribuire i favori, non mi hai votato a te niente pane oggi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog