Cerca

Il rincaro

Sigarette e tabacco, via agli aumenti: un pacchetto costa più di 5 euro

Sigarette e tabacco, via agli aumenti: un pacchetto costa più di 5 euro

Scattato l'aumento delle accise sui tabacchi, il costo di un pacchetto di sigarette è salito da un minimo di 10 a un massimo di 20 centesimi. I Monopoli hanno infatti pubblicato il provvedimento di adeguamento dei prezzi di vendita al pubblico di bionde e trinciati (il tabacco che si usa per arrotolare le sigarette) in attuazione del decreto legislativo della delega fiscale. E così molti dei marchi più diffusi superano ora i 5 euro a pacchetto.

Qualche cifra - Le Marlboro Gold, per esempio, costeranno 5,20 euro a fronte di un prezzo al chilo convenzionale in crescita da 250 a 260 euro. La versione Touch, riporta Repubblica, è indicata ora a un prezzo di 4,8 euro, dai 4,6 euro attuali. Lo stesso vale per le Lucky Strike red. Si torna sopra i 5 euro (5,2 euro) con le Merit, le Philip Morris blu multifilter, le Muratti Ambassador (anche Super Slim), le Rothmans. Si sale a 5,3 euro con le Natural American Spirit Orange, con le Peer Export. Le più care sono le St. Moritz Menthol, 5,50 euro a pacchetto.

Tabacco - Aumenta anche il tabacco trinciato, sempre più venduto. Il caso del Golden Virginia da 25 grammi è significativo visto che il nuovo prezzo indicato è di 4,9 euro (più 40 centesimi). Anche il Pueblo, molto diffuso, è indicato tra gli aumenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • CARLINOB

    18 Gennaio 2015 - 10:10

    Meritano un rincaro del 1000 % a dir poco , con quello che costano alla sanità !!!

    Report

    Rispondi

  • mab

    17 Gennaio 2015 - 18:06

    Solo capaci di aumentare sigarette e carburante, governanti? direi poveri straccioni.

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    17 Gennaio 2015 - 18:06

    Questo un po' mi fa incazzare...

    Report

    Rispondi

  • gianc46

    gianc46

    17 Gennaio 2015 - 15:03

    Si dice che il fumo fa male, vero? Evidentemente allo stato italiano NO!Invece di proibire la vendita del tabacco,aumenta il prezzo,e poi ,per lavarsi la coscienza,indicono campagne contro il fumo,tanto sanno che chi fuma lo farà sempre !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog