Cerca

Confessione

Il pizzaiolo siriano amico di Greta e Vanessa: "Le ho aiutate"

Il pizzaiolo siriano amico di Greta e Vanessa: "Le ho aiutate"

Dopo le polemiche e le intercettazioni parla Yasser Mohammed Tayeb, siriano di 47 anni che vive in Italia e lavora in una pizzeria ad Anzola dell'Emilia. Fu contattato da Greta e Vanessa al momento dell'organizzazione del loro viaggio. Le ragazze - spiega Angela Camuso sul Fatto - gli avevano illustrato il progetto di distribuire kit di primo soccorso ai combattenti dell'esercito di liberazione anti-Assad.

La difesa - Tayeb dopo aver letto il Fatto con le sue intercettazioni delle sue conversazioni con Greta e Vanessa si difende: "Non sono - dice intervistato proprio dal Fatto - responsabile di quello che le ragazze sono andate a fare in Siria. Le ho aiutate, non tradite. Quel che è stato scritto - spiega - è tutto vero, sono stato contattato come presidente dell'associazione. Io ricevo - continua - mille telefonate al mese...rispondo a tutti quelli che vogliono aiutare la popolazione siriana. Io rispetto le leggi e amo l'Italia. Ma - conclude - se mi si accusa di difendere il popolo siriano, io questa accusa me la prendo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    19 Gennaio 2015 - 10:10

    Più si scava, più è ovvio che queste 2 paperelle ideologizzate, siano state "usate" già prima di partire dall'Italia......

    Report

    Rispondi

    • toroinfuriato

      19 Gennaio 2015 - 18:06

      Hai perfettamente ragione, ma qui sembrerebbe che di scavare non abbia voglia nessuno, sia giornalisti sia magistrati dormono serenamente.

      Report

      Rispondi

blog