Cerca

Tecnologia per tutti

I cieli italiani invasi dai droni. E' febbre per il brevetto da pilota

I cieli italiani invasi dai droni. E' febbre per il brevetto da pilota

Sono ormai decine di migliaia i droni civili che volano nei cieli italiani. Costi bassi, utilizzo semplice, inquinamento zero, minima invasività acustica sono le caratteristiche
che hanno fatto scoppiare un vero e proprio 'boom dei droni': da quelli ’fattorino' a quelli impegnati in agricoltura, nelle emergenze di protezione civile, nelle verifiche strutturali di edifici. Sono talmente tanti che l’Enac ha avviato una regolamentazione rigorosa per poterli utilizzare.

Serve il brevetto  - E in Italia è già scoppiata la febbre del brevetto di piloti di droni. "Sembra un non senso ma se è vero che i droni sono aeromobili che volano senza pilota, in realtà a terra c’è sempre un pilota professionista che li guida e li controlla", spiega Giovanni Formosa, founder di Aerovision, organizzazione riconosciuta dall’Enac per operazioni specializzate con i droni. "Il campo di applicazione dei droni ormai è vastissimo ma serve un buon addestramento per pilotarli, non si può comprare un drone su internet e pensare di farlo volare così, semplicemente", sottolinea Formosa che, in collaborazione con l’aeroclub ’Volere e Volare di Nettuno ha aperto una delle prime scuole in Italia per gli attestati ufficiali di piloti di droni. "I droni militari -evidenzia Formosa- sono infatti guidati tutti da piloti che provengono dalle linee di volo dell’Aeronautica militare. Ma in Italia piloti abilitati a
guidare droni civili sono al momento solo poche centinaia. Da giugno scorso noi abbiamo addestrato però già 120 piloti di droni in soli 7 corsi e ora, grazie a un’apertura di riconoscimenti di Enac, lanceremo anche i primi corsi online per piloti di droni, entro la fine dell’inverno".

Pilotare un drone - Non è difficile pilotare un drone, rassicura il founder di Aerovision, ma molto dipende dal tipo, perché ogni aeromobile ha un software con caratteristiche di volo e tecniche individuali. Per ottenere un attestato di pilotaggio per droni sono necessarie 16 ore di pratica e 33 ore di teoria minimo, stando alle nuove norme.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    23 Gennaio 2015 - 19:07

    Continuo...Agli aeromodellisti verrà richiesto il brevetto di volo?Di capizeb che sparano minkiate ad ogni momento,ce ne sono a migliaia.La consolazione è che non abbiamo toccato ancora il fondo.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    23 Gennaio 2015 - 19:07

    Aleeeeeeeee e mi sembrava strano che non arrivasse qualcuno a complicare le cose.... studiando come fare a metterci le mani nelle tasche.Dopo il brevetto verrà l'assicurazione,magari la tassa di possesso,poi il rinnovo della licenza che sarà annuale,poi la patente per fare volare quell'affare..Intanto,per il futuro ci sarà un crollo delle vendite con chiusura delle fabbriche...

    Report

    Rispondi

blog