Cerca

Il processo a Grosseto

La procura su Schettino: "Bicefalo", "incauto ottimista", "idiota"

La procura su Schettino: "Bicefalo", "incauto ottimista", "idiota"

"Un incauto ottimista, un abile idiota che somma all’incauto ottimismo la sopravvalutazione della proprie capacità". Cita la dottrina giuridica il pm Stefano Pizza per descrivere l’aggravante della "colpa cosciente" per Francesco Schettino, definendolo un "bicefalo" che mette in atto un comportamento da "idiota". Al processo in corso al cinema Moderno di Grosseto, l’accusa si avvia verso la richiesta della pena. La procura ravvisa decine di profili di colpa per il comandante della Concordia Francesco Schettino, unico imputato per il naufragio della nave. Pizza ha illustrato le inadempienze e le violazioni dell’ufficiale.

Per l’accusa, quella sera, Schettino utilizzò carte inadeguate e arrivò in ritardo sulla plancia. La Concordia avrebbe dovuto navigare con un sistema di vedetta rinforzato nelle ore notturne, mentre la nave viaggiava a velocità eccessiva. Pizza ha anche sottolineato come Schettino avrebbe dato ordini inadeguati e confusi, come nel caso delle indicazioni fornite al timoniere, senza indicare tempi precisi. Il comandante sarebbe arrivato in plancia in ritardo, accompagnato da persone estranee, non avrebbe controllato la rotta e omesso di pianificarne una nuova. Francesco Schettino, in sintesi, non avrebbe messo in atto le procedure previste, affidandosi, invece, all’intuito e all’improvvisazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    26 Gennaio 2015 - 19:07

    basta guardare le immagini: se non era un idiota non schiantava la nave, semplice. basta guardare le foto, non tutte: basta una .

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    26 Gennaio 2015 - 19:07

    Non mi sembra che uno venga insultato se gli danno del suo. E questo è il caso.

    Report

    Rispondi

    • debant

      26 Gennaio 2015 - 21:09

      Qualsiasi cosa uno possa aver fatto, ha sempre diritto al rispetto personale. Che Schettino sia colpevole é un dato di fatto, che debba essere processato solo lui un altro. Mi sapreste dire perché la Costa non deve essere rinviata a giudizio? E' acclarato che l'inchino era prassi, così come la possibilità di un incidente: Magistratura basta, uno di noi, pagherebbe caro quegli insulti.

      Report

      Rispondi

  • rossini1904

    26 Gennaio 2015 - 17:05

    Se è stato un INCAUTO e un IDIOTA, allora i reati da lui compiuti, quali che siano state le conseguenze, sono COLPOSI. E per colpa non si appioppano 26 anni di galera. Altrimenti a Kabobo, quello che DOLOSAMENTE uccise a picconate tre persone, dovevano dare 200 anni e non soltanto 20 anni di carcere.

    Report

    Rispondi

  • capitanAngelik

    26 Gennaio 2015 - 17:05

    Schettino e' solo un povero pirla cui, come sempre accade in Italia, si fanno ricadere tutte le responsabilita' laddove invece dovrebbero essere in molti a pagare. Dal momento che il PM non sa nulla di mare, intanto dovrebbe evitare bizantinismi sulle regole dell'arte marinara e comunque non e' pagato per insultare gli imputati, qualsiasi reato abbiano commesso. Detto questo, dovrebbero essere co

    Report

    Rispondi

    • exbiondo

      26 Gennaio 2015 - 18:06

      ha fatto benissimo, questo idiota codardo, navigava a vista e il radar non lo guardava perché, ha detto, "non ci vedevo"

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog