Cerca

Maxiprocesso

No Tav, assalto al cantiere di Chiomonte: 47 condannati, solo sei assolti

No Tav, assalto al cantiere di Chiomonte: 47 condannati, solo sei assolti

Quarantasette condanne e sei assoluzioni. Si è concluso così il maxiprocesso di Torino nei confronti degli attivisti No Tav, accusati a vario titolo di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, in seguito agli episodi del 27 giugno e 3 luglio 2011, quando i manifestanti si scontrarono con le forze dell’ordine al cantiere di Chiomonte ribattezzato "Libera repubblica della Maddalena".

Pronto il ricorso - Complessivamente sono state comminate pene per circa 145 anni, un numero inferiore rispetto ai 193 anni chiesti dai pubblici ministeri, ma Roberto Lamacchia, uno degli avvocati dei No Tav a processo parla di "pene spropositate". "Era immaginabile", ha puntualizzato, "non avevamo grosse speranze. Il problema è il concorso delle persone nel reato, e contiamo di ribaltare questo aspetto in appello». Il difensore si è dunque detto "stupito dall’entità delle pene, comunque spropositate rispetto alle condanne per questi reati in altri processi". "È una sentenza che era stata già scritta", aggiunge l’avvocato Lamacchia. L'altro legale Notav Stefano Bertone, spiega: "Non ammmettere le prove chieste dagli imputati equivale a impedire loro di difendersi come prevedono il codice e la Costituzione. Faremo ricorso in tutti i gradi di giudizio. E, se non basterà, arriveremo alla Corte europea dei diritti dell’uomo, lamentando anche il fatto che il processo si è svolto nell’aula bunker di un carcere".

Le proteste - Dai banchi del pubblico subito dopo la lettura della sentenza si sono levate urla e slogan. "Vergogna", hanno gridato quando gli imputati hanno tentato di leggere una dichiarazione e i giudici hanno lasciato l’aula. "Liberi tutti", "ora e sempre resistenza", hanno continuato ad urlare. Poi si sono riversati in strada dove hanno bloccata la viabilità attorno all’aula bunker delle Vallette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tritamarroni

    28 Gennaio 2015 - 11:11

    Ma tanto la Tav verrà comunque realizzata. Invece di manifestare violentemente cerchino di ottenere il massimo possibile di compensi. Tanto è a quello che mirano.

    Report

    Rispondi

  • Elio De Bon

    28 Gennaio 2015 - 02:02

    Possono sempre chiamare il loro difensore Beppe Strillo.... lui paghera' anche le spese del tribunale...ah ah ah ah

    Report

    Rispondi

blog